Il Gubbio non riesce più a rialzarsi: il San Marino vince 2-0 e inguaia Acori

Poco gioco, nessuna rete e difesa che va pian piano sgretolandosi: domenica prossima contro il Santarcangelo comincerà la prima di quattro finali per evitare di finire nella zona ad alto rischio retrocessione


Altra pesante batosta per il Gubbio che perde 2-0 contro il fanalino di coda San Marino: prestazione imbarazzante degli uomini di Acori che in 90 minuti non hanno mai centrato lo specchio della porta e hanno permesso ai sammarinesi di tornare a sperare negli spareggi per restare in Lega Pro. Ed ora la situazione per i Lupi si va veramente pericolosa. Acori manda in campo il solito 4-1-4-1 che pare però non funzionare più: sulle fasce Mancosu e Tutino, in attacco Regolanti, lasciato sempre troppo solo. 

Primi 20 minuti di nulla e tanta noia per il pubblico dell’ “Olimipico”, le due squadre non vogliono scoprirsi, a quattro giornate dal termine ogni passo falso potrebbe essere fatale. Gli ospiti hanno un leggero predominio nel possesso di palla, senza però essere in grado di farlo fruttare. La prima conclusione del match arriva solo al minuto 24 per opera di Bationo che sfrutta una respinta di pugno di Iannarilli su azione di corner e calcia sperando nella buona sorte, ma il tentativo esce ampiamente a lato. Alla mezzora brividi per gli eugubini: punizione dalla sinistra battuta in area da Sensi, Manganelli cerca di sventare la minaccia ma rischia di siglare un clamoroso autogol. L’unica chance per il Gubbio in tutto il primo tempo arriva 
solo al 45’: corner di Loviso, Lasicki anticipa un avversario, ma il suo tentativo di piatto finisce alto. 

Nella ripresa i Titani partono bene, rubano la sfera con Cuffa che tenta la bordata dalla lunga distanza, Iannarilli para sicuro a terra. Intorno all’ora di gioco occasione clamorosa per il Gubbio con D’Anna che sulla sinistra trova lo spazio necessario a mettere un cross perfetto sul secondo palo, ma Mancosu non riesce a schiacciare di testa a pochi centimetri dalla linea di porta. Passano una manciata di minuti e i Titani rispondono con un bel traversone dalla destra di Bregliano a cercare lo stacco in area del neo entrato La Mantia, pallone che termina di poco alto sopra la traversa. La difesa dei rossoblù si addormenta e il San Marino ne approfitta: lancio dalla trequarti in favore di Musetti che, complice la dormita degli avversari, può avventarsi di testa sulla sfera e battere Iannarilli. 

A poco più di un quarto d’ora dal termine sammarinesi in vantaggio per 1-0. I biancazzurri sono galvanizzati dal vantaggio e trovano immediatamente il raddoppio: 76’, calcio di punizione dai 25 metri, si incarica della battuta Sensi, il quale disegna una parabola meravigliosa che trova l’angolino alto e regala il 2-0 agli uomini di D’Adderio. Per il Gubbio è notte fonda, La Mantia sfiora il tris a 5 minuti dal 90’ con la sfera che termina a lato della porta di Iannarilli. I Lupi tentano qualche sortita nel finale senza però giungere mai alla conclusione e dopo 3 minuti di recupero Capone sancisce la fine del match. Terza pesantissima sconfitta consecutiva per i rossoblù ed ora la situazione si fa pesantissima: la zona play-out si trova solo a 2 lunghezze, le squadre che stanno lottando per la salvezza sono tutte in crescita, mentre il Gubbio sembra stia sprofondando in una pericolosa crisi. 

Poco gioco, nessuna rete e difesa che va pian piano sgretolandosi: domenica prossima contro il Santarcangelo comincerà la prima di quattro finali per evitare di finire nella zona ad alto rischio retrocessione. 

SAN MARINO-GUBBIO 2-0 (0-0)

SAN MARINO (4-3-1-2): Gobbo Secco; Bregliano, Cammaroto, Fogacci, Paolini; Bationo 

(45’st Magnanelli), Soligo, Cuffa; Sensi; Musetti (36’st Bangoura), Baldazzi (11’st La 

Mantia). A disp.: Vivan, Palazzi, Ferrero, Bangal. All.: Fulvio D’Adderio. 

GUBBIO (4-1-4-1): Iannarilli; Luciani (35’st Cais), Manganelli, Lasicki, D’Anna; Loviso; 

Mancosu (26’st Castelletto), Domini, Guerri, Tutino; Regolanti. A disp.: Citti, Rosato, 

Caldore, Esposito, Vettraino. All.: Leonardo Acori. 

ARBITRO: Capone di Palermo.

MARCATORI: 29’st Musetti (SM), 31’st Sensi (SM).

NOTE – Ammoniti: 28’pt Baldazzi (SM), 39’pt Soligo (SM), 48’st Magnanelli (SM). 

Recupero: 0’; 3’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento