Rugby, Perugia centra l'obiettivo e resta in Serie A: capolista battuta, è salvezza per la Barton

A due partite dalla fine del campionato la squadra di coach Speziali raggiunge l’obiettivo

(foto di Sergio Speziali)

Con una limpida vittoria per 26 a 10 contro l’Unione rugby Capitolina, ottenuta nel campo di Pian di Massiano domenica 7 aprile, la Barton Perugia raggiunge l’obiettivo che si era posta a inizio stagione: la salvezza in serie A. Grande felicità quindi a fine partita e giornata ricca di meritati festeggiamenti per i ragazzi di coach Alessandro Speziali e per i circa cinquecento tifosi assiepati sugli spalti. “Probabilmente la più bella vittoria dell’anno – ha commentato entusiasta il tecnico –. Vincere contro la prima in classifica non è facile, oltretutto con una squadra che è ancora in corsa per mantenere il primato. Non avevamo mai battuto l’Unione Capitolina e questo storico risultato ci ha permesso di salvarci con due giornate di anticipo sulla chiusura del campionato. I ragazzi sono stati splendidi”.

A un primo tempo povero di emozioni, chiusosi per 5-0 con la sola meta del grifone Magi, ha fatto seguito una combattuta seconda frazione di gioco. L’Unione rugby Capitolina è infatti tornata in campo desiderosa di recuperare lo svantaggio parziale e dopo cinque minuti è andata a meta con Ragaini trasformata poi da Mazzi. È sempre Mazzi dieci minuti dopo a realizzare un calcio di punizione che porta gli ospiti in vantaggio 10 a 5. Sarà questo però l’ultimo punto realizzato dai romani. Dopodiché, a chiudere la partita a favore dei padroni di casa sono tre mete realizzate da De Leo (25’), Paoletti (30’) e infine Crotti (40’), trasformate tutte da capitan Masilla.

“Abbiamo lavorato tanto sull’intensità e in campo si è visto – ha dichiarato Francesco Paoletti –. Loro sono partiti molto forti ma siamo riusciti a difenderci davvero bene e li abbiamo mandati in tilt, non sapevano più dove attaccare. I loro punti deboli li avevamo studiati e li abbiamo sfruttati molto bene”.  “Mi ricordo che a ottobre – ha raccontato Stefano De Leo –, dopo una brutta sconfitta in casa con il Pesaro, dissi parole pungenti nei confronti di tutti, della società, dei giocatori e in particolare dei giovani. Forse quelle parole sono servite a raggiungere la vittoria che abbiamo visto oggi e questa salvezza ottenuta davvero con l’apporto di tutti, dei più giovani e dei più vecchi”.

“Stiamo facendo un girone di ritorno sopra le aspettative – ha affermato infine Speziali – anche se abbiamo lavorato tanto per raggiungere questi risultati. Questo è un percorso iniziato tre anni fa, dalla retrocessione, con la squadra in serie B: ci eravamo posti l’obiettivo di inserire più giovani possibile e fare in modo che potessimo camminare con le sole nostre forze. Direi che oggi la squadra ha dato prova di grande maturità pur essendo composta da giovanissimi. Questo ci fa ben sperare e ci ripaga di tre anni di sacrifici. Ora ci aspettano la trasferta di Catania sabato e poi la chiusura con Prato. Ovviamente si affronteranno le partite con la stessa determinazione e la stessa voglia che abbiamo messo fino a oggi, ma sicuramente con molta più tranquillità”. Dopo la partita vincente con l’Unione Capitolina, la Barton rugby Perugia è quarta in classifica con 43 punti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pasquetta, allerta meteo della Protezione Civile: le previsioni

  • Cronaca

    Rapina alla sala scommesse di Città di Castello: bandito armato fa irruzione

  • Cronaca

    LA SEGNALAZIONE Paura a Palazzo Sorbello in centro, intervenuti i caschi rossi arginato principio di incendio

  • Politica

    Inchiesta Sanità in Umbria, Monteluce. Imbrattata con una scritta offensiva la vetrina della sezione Pd di via Eugubina

I più letti della settimana

  • Tragedia lungo la strada a Perugia, Stefano muore a 43 anni: lascia tre figli

  • Tragico schianto con la moto, ospedale di Perugia in lutto per la morte di Stefano

  • Marsciano, schianto tra una moto e un'auto: centauro in codice rosso

  • Sanità, si allarga il numero degli indagati nella maxi inchiesta dell'Umbria

  • Inchiesta sanità - Maxi sequestro di cellulari e profili social e spuntano cinque nuovi indagati: i nomi

  • Sanità, le intercettazioni. Marini: "Ce l'hai tutte? Ha da fa la selezione...". Duca "Qui ce so le domande"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento