Rugby femminile, le giovani giocatrici di Rugby Perugia Junior a L'Aquila per la Festa del Rugby all'insegna della sfida Italia-Giappone

Nel decennale del disastroso terremoto, due nazioni legate dal rugby e dalla solidarità si confronteranno in un momento di sport e gioco, che vedrà impegnate dall'Umbria le giovanissime "Under 14" e "Under 12"

Cresce il rugby al femminile del Rugby Perugia Junior, che nella categoria under 14 aumenta il numero delle tesserate. Reduci dalla trasferta di Ancona, le ragazze umbre partiranno venerdì 16 novembre alla volta de L'Aquila per un raduno interregionale di due giorni con le coetanee di Lazio, Marche e Abruzzo.
Giusto il tempo di lasciare lo zaino di scuola, e le rugbiste partiranno in autobus da Perugia seguite dalla responsabile attività femminile del comitato regionale umbro, Mirjam Keller e dal loro allenatore Roberto Barbadori.
Dalle ore 18 di venerdì inizierà a L'Aquila, presso lo Stadio Fattori la Festa del Rugby Femminile con incontri tra compagini regionali e miste in puro spirito rugbystico dove il gioco, il divertimento e l'inclusione hanno sempre la priorità.

Al termine delle partite terzo tempo per tutte le ragazze under 14 e under 16, che si fermeranno nella capitale abruzzese attendendo l'indomani l'arrivo dall'Umbria delle ragazze "under 12". Qui, assieme alle scuole aderenti al progetto che la Federazione Italiana Rugby ha sviluppato con il MIUR, ci sarà un momento di gioco collettivo che la PolFer, partner dell'iniziativa, guiderà sino al grande appuntamento pomeridiano, che vedrà a L'Aquila la partita tra le nazionali femminili di Italia e Giappone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è un caso che la sede di questo incontro sia L'Aquila a 10 anni dal sisma che l'ha colpita duramente. Il Giappone è stato uno dei Paesi a fornire sin da subito il suo contributo attivo come i tanti rugbysti che nel capoluogo abruzzese instancabilmente hanno iniziato la ricostruzione dal primo minuto.
Il rugby al femminile porterà gioia e testimonianza della volontà di non arrendersi nel gioco come nella vita. Per queste giovanissime della palla ovale, assistere ed essere così coinvolte al fianco delle giocatrici della nazionale sarà un'esperienza di sicuro spessore e un ottimo sprone per coinvolgere altre compagne ad entrare in squadra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • E alla fine il decreto sul lavoro è stato firmato, ecco le schede dei settori operativi e di chi potrà lavorare

  • Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento