Pescara Gubbio 2-1 | Balzano e Immobile stendono i rossoblù

Zeman conserva l'imbattibilità casalinga. Agli umbri, ora penultimi, non bastano la superiorità numerica ed il rigore di Graffiedi

Ciofani, il suo ingresso non ha cambiato le cose

Finisce con la vittoria del Pescara la sfida dell’Adriatico. Gli abruzzesi hanno meritatamente la meglio sugli umbri (tre sconfitte di fila), abbattuti dalle reti di Balzano e Immobile. I ragazzi di Simoni, che per gran parte dei 90’ subiscono gli assalti dei padroni di casa, nel primo tempo riescono anche a pareggiare i conti grazie al rigore di Graffiedi. Ma nella ripresa, nonostante l’uomo in più (espulso Capuano), i rossoblù rischiano di essere travolti dagli uomini di Zeman e solo l’imprecisione di Immobile e compagni, oltre agli interventi di Donnarumma, evitano uno scarto maggiore. La classifica del Gubbio si fa ora preoccupante. Gli umbri scivolano al penultimo posto, in compagnia della Nocerina a quota 14 punti.

IL MATCH – Si parte con Giannetti accanto a Bazzoffia e Graffiedi, a comporre un inaspettato tridente offensivo. Nel 4-4-3 di Simoni non c’è, però, l’ex della partita Ciofani, che parte dalla panchina. Il Pescara comincia a tutto gas. Al 17’ il colpo di testa di Balzano, lasciato colpevolmente indisturbato, porta in vantaggio i padroni di casa. Donnarumma è impeccabile su Immobile e Gessa. Lo è, invece, meno il portiere avversario Anania che intorno al 20’ si fa scavalcare dal pallone costringendo Capuano a commettere fallo su Graffiedi: rosso per il difensore e rigore a favore degli ospiti. Graffiedi non sbaglia dal dischetto ristabilendo l’equilibrio. Nella ripresa spazio a Ciofani e Ragatzu, ma è sempre il Pescara a rendersi pericoloso con Insigne e Immobile. Proprio quest’ultimo, al 51’, porta nuovamente avanti i suoi con una magia. L'attaccante biancoazzurro salta Donnarumma e, dalla linea di fondo, con uno splendido destro a girare deposita in rete. Gli errori sotto porta degli abruzzesi tengono aperta la partita che al 74’ rischia di tornare clamorosamente in parità. Anania riscatta, però, l’errore precedente compiendo un miracolo sulla conclusione ravvicinata di Ragatzu. Finisce 2-1 per il Pescara.

LA SVOLTA – La squadra di Zeman gioca una gran partita, sia in undici che in dieci, dimostrando di non essere, almeno allo stato attuale, una squadra alla portata del Gubbio.

TABELLINO –

Pescara Gubbio 2-1

Pescara: Anania; Zanon, Romagnoli,Capuano, Balzano; Gessa (68’ Kone), Verratti (62’ Togni), Cascione; Sansovini (25’ Brosco), Immobile, Insigne. All. Zeman.
Gubbio: Donnarumma, Bartolucci, Benedetti, Cottafava, Caracciolo; Boisfer, Bazzoffia (45’ Ciofani), Sandreani; Lunardini (63’ Ragatzu), Giannetti (53’ Mario Rui); Graffiedi. All. Simoni.
Marcatori: 17’ 1t Balzano (P), 23’ 1t Graffiedi (G), 7’ 2t Immobile (P).
Ammoniti: Cascione (P), Bazzoffia (G), Lunardini (G), Cottafava (G).
Espulsi: Capuano (P).
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

  • La fortuna bacia Perugia, super vincita con una schedina da tre euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento