Giocatori ai voti, ecco le pagelle del Perugia calcio

Pareggio del Perugia, ieri, 20 settembre, con il Vicenza. Ecco chi secondo la redazione di PerugiaToday ha giocato meglio e chi, rispetto alle altre partite, ha dato meno in campo

Provedel: Il portiere di proprietà del Chievo è incolpevole in occasione dei due gol e per il resto della gara sta a guardare i suoi tentare di ribaltare il risultato. Voto: 6

Goldaniga: Brutto passo indietro rispetto alle buone prove delle prime partite. Si addormenta in occasione dei due gol, in particolare sul secondo, quando Ragusa lo supera troppo facilmente. Nel finale di partita si fa anche ammonire. Rimandato. Voto: 5

Giacomazzi: Male come il resto della difesa. Rimane a guardare, insieme a Rossi, il bel lancio di Sciacca per Ragusa. A quel punto provare a rimontare sull’attaccante vicentino è tardi. Poco preciso anche nell’impostazione del gioco, in particolare dopo lo svantaggio. Voto: 5

Rossi: Aveva l’arduo compito di non far rimpiangere capitan Comotto e non ce l’ha fatta. Lento, impreciso e disattento, ha molte responsabilità sulla prima marcatura ospite. Poco prima, tra l’altro, si era divorato il gol del raddoppio sparando il pallone sulla traversa a meno di un metro dalla linea di porta. Oggi è apparso lontano dall’essere il difensore che giocava in A. Voto: 4,5 (dal 15’st Vinicius: buon debutto del brasiliano. Spinge bene sulla fascia sinistra fino al termine dell’incontro e mette qualche bel cross, non convertito in rete dai compagni. Voto: 6)

Del Prete: Meno insidioso rispetto alle precedenti uscite, ma quando riesce a guadagnare il fondo mette in mezzo all’area dei palloni interessanti. Ha il merito di crederci fino alla fine e la deviazione di un vicentino sulla sua conclusione di sinistro regala a lui la seconda gioia in biancorosso e al Perugia un giusto pari. Voto: 6,5

Verre: Il miglior Grifone visto in campo. Lo ripetiamo già dall’inizio del campionato: questo ragazzo ha talento da vendere. Anche oggi corre per tutti i 90 minuti, ha un’ottima visione di gioco, sa inserirsi e fa girare la squadra. A volte tutto questo lavoro a metà campo lo fa arrivare stanco alla conclusione e i suoi tiri non impensieriscono più di tanto Bremec. Peccato, perché avrebbe meritato miglior fortuna. Voto: 7 

Taddei: Non doveva neanche partire da titolare, ma Camplone lo ha voluto lo stesso in campo. Il brasiliano cancella subito il brutto errore dal dischetto della settimana scorsa mettendo a segno il suo primo gol in serie B con la maglia del Grifo. Ci mette l’anima per guidare la squadra al pareggio, a volte con precisione, a volte meno.  Voto: 6,5 (dal 26’st Fossati: entra in un momento delicato dell’incontro, ma è bravo a gestire i palloni che passano per i suoi piedi e le sue energie aiutano il Grifo a centrocampo. Voto: 6)

Fazzi: Come per molti dei suoi compagni, oggi non ha brillato. Soffre troppo Cinelli e Di Gennaro e non riesce ad esprimersi come ha dimostrato di saper fare. Una bellissima botta di destro dopo l’1-0 non basta a salvare la sua prestazione e Camplone lo toglie ad inizio ripresa. Voto: 5,5 (dal 46’st Parigini: forse è arrivato il momento per l’allenatore biancorosso di rischiarlo dal primo minuto. Anche nella partita odierna entra e dà brillantezza ad un attacco opaco e impreciso. È facile credere che presto lo vedremo titolare al posto di Rabusic. Voto: 6,5).

Crescenzi: Abbastanza male nella prima frazione di gioco, nella quale non sembra avere la stessa forza per spingere come nelle prime tre partite. Nel secondo tempo, nonostante venga messo in difesa per lasciare spazio sulla fascia a Vinicius, dà il suo apporto alla squadra. Voto: 6

Falcinelli: Niente da fare stavolta. L’attaccante lotta e prova nel finale a regalare i tre punti ai suoi, ma la conclusione verso Bremec non è particolarmente angolata. Resta comunque la miglior punta attualmente a disposizione dell’allenatore e avrà ancora tante partite per incrementare il bottino. Voto: 6

Rabusic: Male. Sì, è vero, ha creato di più rispetto ai match precedenti e il suo colpo di testa sul calcio di punizione di Taddei avrebbe meritato il gol, ma il portiere del Vicenza si è esaltato e gli ha negato la gioia della rete. Poi però nella ripresa spreca prima l’opportunità per firmare il 2-2 e, appena raggiunto il pareggio, manda a lato il pallone della vittoria. Non è da escludere un avvicendamento con Parigini per la gara con il Modena. Voto: 5

Camplone: L’aveva ripetuto tante volte in conferenza stampa: “attenzione, il Vicenza è pericoloso e noi abbiamo ricevuto troppi complimenti, c’è il rischio di deconcentrarci”. Detto fatto: due palloni in verticale e due gol, con la difesa che è praticamente rimasta a guardare. La squadra poi ci ha messo un po’ ad assestarsi e ritrovare la calma per l’assalto al pareggio. Ma la reazione c’è stata e per come si era messa, un punto non è da buttare. Voto: 6

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento