Perugia Milazzo 2-1 | Strappati in casa tre punti durante un match tutto in salita

Dopo ben 8' di recupero termina la gara con la vittoria del Grifo che riacciuffa la testa della classifica a quota 75. Il Catanzaro al secondo posto a 74 e la Vigor Lamezia terza a 73 che vince

E' servita una partita al cardiopalma per far riconqustare la vetta della classifica al Perugia Calcio che oggi ha vinto contro il Milazzo in casa. Una partita iniziata tutta in salita. Con un primo tempo brutto e noioso che ha visto per protagonista in negativo un Grifo spento e macchinoso. Poi dal secondo tempo la volta. Gli uomini di Battistini sono entrati in campo con un'altra  carica e sono riusciti in una rimonta bella per i tifosi del Curi ma anche in parte rocambolesca. 

Il Match- Mister Battistini, dovendo fare i conti con gli assenti Tozzi Borsoi, Bueno e Padovani che ieri ha accusato un problema al quadricipite, si schiera secondo un 4-4-2 con Giordano in porta (che ha recuperato dalla febbre), Anania e Zanchi (che rientra dalla squalifica) sulle fasce rispettivamente a destra e sinistra. A completare la difesa i due centrali Cacioli e Borghetti. A centrocampo spazio a Benedetti e Carloto con gli esterni Margarita a sinistra e Moscati a destra. Davanti la coppia offensiva affidata a capitan Clemente e Balistreri che rientra oggi dalla squalifica. La partita però non gira come dovrebbe e al secondo minuto doccia freccia.sfortunata deviazione su Scalzone di Anania, che riceve un cross dalla destra, mettendo fuori causa Giordano. Rete del Milazzo. Per vedere un po' di Girfo bisognerà attendere il 19' su punizione battuta da Clemente dal limite, palla che esce di poco alla sinistra di Messina complice una deviazione di un difensore. Corner battuto ancora dal capitano, palla scodellata in mezzo, dove Balistreri di testa manda ancora alla destra del portiere siciliano. I biancorossi però non giocano come dovrebbero. Sono lenti, nervosi, convulsi e  contratti e il Milazzo fa, insapettatemente,  la partita. Il primo tempo finisce e mister Battistini dentro gli spogliatoi deve aver scosso i suoi ragazzi. Il Perugia della ripresa è una altra squadra che fa gioco nonostante le perdite di tempo del Milazzo. Al 6'arriva il pareggio con uno scambio tra Zanchi e Margarita, cross al centro per Balistreri che di collo manda sul sette mettendo a segno. Anche al 20' e 24' arrivano due occasioni create da Clemente. Il Grifo gioca e vuole la vittoria. Il Milazzo si chiude e gioca poco, anzi pochissimo.Il raddoppio è nell'aria ma bisogna attendere. Al 34' rete annullata per il Perugia su punizione dai 25 metri per i biancorossi. Batte Clemente, palla in area, insacca di testa Balistreri ma l'assistente spegne la festa al Curi  L'arbitro, che in diverse occasioni forse non ha preso decisioni azzeccate, da 8 minuti di recupero che però vengono sfruttati dai biancorossi per portare a casa la vittoria. Al 50'punizione conquistata da Anania e battuta da Clemente, palla scodellata in mezzo, nella mischia di testa Borghetti mette dentro. Partita finita e il Curi canta di gioia. 
 
La Svolta del Match- Il cambio di mentalità tra primo e secondo tempo ha fatto si che i grifoni tirassero fuori quella grinta che ci voleva. I tifosi hanno patito sugli spalti ma alla fine il "mercoledì da leoni" c'è stato. Il Perugia torna primo in classifica e questa sera si fa festa. Chi chiedeva al Perugia uno scatto d'orgoglio deve dirsi soddisfatto. 
 
TABELLINO
 
PERUGIA : Giordano, Anania, Zanchi, Carloto, Cacioli, Borghetti, Margarita (17' st Ferri Marini), Benedetti (30' st Borgese), Balistreri, Clemente, Moscati (1' st Pupeschi). A disp. Despuches, Pupeschi, Russo, Borgese, Ferri Marini, Moneti, Luchini
Allenatore: Pierfrancesco Battistini
 
Milazzo: Messina, N’ze Kovassi, Quintoni, Bucolo, Strumbo, Benci, Cuomo, Simonetti (14' st Llama), Scalzone, Chiaria (22' st Imparato), Mangiacasale (25' st Cucinotta). A disp. Croce, Pepe, Ingemi, Imparato, Proietti, Llama, Cucinotta 
Allenatore: Nicola Trimarchi 
 
Arbitro: Diego Bruno di Torino 
 
Assistenti: Francesco Passero di Roma 1, Giuseppe Di Guglielmo di Ariano Irpino 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento