Perugia non dimentica: "Lode a te Renato Curi". Allo stadio la messa per il 42° anniversario della morte

Il numero 8 del Grifo morì sul campo dello stadio a lui ora dedicato il 30 ottobre del 1977. A officiare l'omelia sarà padre Mauro Angelini, cappellano e guida spirituale del Grifo. Sarà presente anche Sabina, la figlia dell'indimenticato ex grifone

La speranza della vigilia era quella di potergli dedicare una vittoria ma non sarà certo il pareggio casalingo con l'Ascoli a rendere meno sentito il ricordo e l'amore di Perugia per Renato Curi, morto sul terreno dello stadio a lui ora dedicato con la maglia numero 8 del Grifo il 30 ottobre del 1977. A 42 anni da quel tragico evento, come è ormai tradizione, oggi a Pian di Massiano (ore 17.30) verrà celebrata una messa in suo suffragio da padre Mauro Angelini, cappellano e guida spirituale del Grifo. Sarà presente Sabina Curi, figlia di Renato, che potrà così raccogliere l'abbraccio del popolo biancorosso e sentirlo cantare ancora “Lode a te Renato Curi”. Le stesse parole usate dal Perugia per celebrare sui social il proprio simbolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento