Perugia non dimentica: "Lode a te Renato Curi". Allo stadio la messa per il 42° anniversario della morte

Il numero 8 del Grifo morì sul campo dello stadio a lui ora dedicato il 30 ottobre del 1977. A officiare l'omelia sarà padre Mauro Angelini, cappellano e guida spirituale del Grifo. Sarà presente anche Sabina, la figlia dell'indimenticato ex grifone

La speranza della vigilia era quella di potergli dedicare una vittoria ma non sarà certo il pareggio casalingo con l'Ascoli a rendere meno sentito il ricordo e l'amore di Perugia per Renato Curi, morto sul terreno dello stadio a lui ora dedicato con la maglia numero 8 del Grifo il 30 ottobre del 1977. A 42 anni da quel tragico evento, come è ormai tradizione, oggi a Pian di Massiano (ore 17.30) verrà celebrata una messa in suo suffragio da padre Mauro Angelini, cappellano e guida spirituale del Grifo. Sarà presente Sabina Curi, figlia di Renato, che potrà così raccogliere l'abbraccio del popolo biancorosso e sentirlo cantare ancora “Lode a te Renato Curi”. Le stesse parole usate dal Perugia per celebrare sui social il proprio simbolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

Torna su
PerugiaToday è in caricamento