Il Perugia in coro: "Con Cosmi è un'altra musica". Ecco le frasi con cui Serse ha trasformato il Grifo...

Da Falzerano a Falcinelli passando per Melchhiorri, il gruppo esalta il nuovo tecnico che ha ridato entusiasmo e compattezza ad ambiente e squadra. "Fame", "Club Méditerranée" e "Di Caprio": con battute e messaggi subliminali l'erede di Oddo ha rigenerato i grifoni...

Una vittoria pesantissima quella ottenuta dal Perugia sul Livorno al Curi, dove con la rete di Melchiorri il 'nuovo' tecnico Serse Cosmi è tornato a gioire davanti alla sua gente a quasi 16 anni di distanza dall'ultima volta. Il 16 maggio 2004 era stato Jay Bothroyd a piegare l'Ancona (prima del 'maledetto' doppio spareggio perso con la Fiorentina) in quella che ancora resta l'ultima partita giocata dal Grifo in Serie A. Ed è proprio lì che il tecnico di Ponte San Giovanni succeduto a Massimo Oddo vuole riportare i biancorossi e i tre punti contro i toscani, ottenuti senza brillare ma con fame e concentrazione feroci, sono fondamentali e possono rappresentare una reale svolta in un momento della stagione delicato in cui il Perugia deve far capire a sé stesso a alle rivali che ruolo vuole recitare da qui alla fine. E aver chiuso il match senza reti al passivo (ma già contro Napoli e Chievo solo uno era stato incassato su azione con gli altri tre arrivati su rigore) testimonia il cambio di mentalità radicale che Cosmi sembra aver portato in un gruppo che con Oddo rischiava di perdersi e di andare allo sbando, a causa sì dell'emergenza ma anche di un modulo (il 4-3-2-1) sul cui altare venivano sacrificati big come Falcinelli o Melchiorri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GRIFONERIE Riecco Cosmi, trascinatore a suon di 'battute'

RIGENERATI - Proprio i due attaccanti, letteralmente rigenerati dal nuovo allenatore, sono stati grandi protagonisti nel match contro i labronici in cui hanno fatto capire che di qui in avanti la squadra non sarà più Iemmello-dipendente. “Con Cosmi ci alleniamo in maniera diversa ed è tornata la fiducia” hanno detto in coro i due dopo il match, in perfetta sintonia con le parole del 'soldatino' Falzerano che della mentalità 'cosmiana' sembra essere l'incarnazione perfetta per il suo spirito di sacrificio al servizio dei compagni: “Sicuramente il cambio di allenatore ci ha fatto fare un po' a tutti un'esame di coscienza - ha detto il jolly biancorosso' ai microfoni di Tef Channel dopo il match col Livorno -, perché quando c'è un esonero significa che le cose non sono andate come dovevano andare e che un po' tutti dovevamo dare e fare qualcosa di più. Stiamo lavorando con il mister sui suoi concetti cercando di fare quello che lui ci chiede”. Un cambio soprattutto a livello psicologico: “Il mister ogni giorno ci trasmette il suo amore per questa città e per questi colori - ha aggiunto ai microfoni di Umbria Radio - e anche prima della partita contro il Livorno ci ha fatto un discorso lunghissimo negli spogliatoio per farci capire cosa significa giocare in uno stadio come il Curi. Si vede che è uno che ha vissuto tantissimi spogliatoi e sembra capire quello che pensiamo in ogni momento”. Ma come ha fatto Cosmi a entrare in così poco tempo nella testa dei suoi calciatori? Ecco le frasi con cui ci è riuscito...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento