Perugia calcio, mini-stangata ,ma lo stesso dolorosa: stop a Fabinho

’ala del Perugia protagonista della splendida promozione raggiunta nella passata stagione: non potrà infatti scendere in campo per 4 mesi. La reazione della società

Alla fine è arrivata la temuta stangata nei confronti di Ayres Fabinho, l’ala del Perugia protagonista della splendida promozione raggiunta nella passata stagione: non potrà infatti scendere in campo per 4 mesi. Oltre allo stop fino a gennaio, il Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare ha comminato una multa di 10mila euro al giocatore e la stessa somma verrà addebitata anche alla società Perugia calcio.

Ma quali sono le colpe del giocatore? Fabinho ha commesso l’errore di aver dato mandato esclusivo all’agente Marco Petrin, per poi dare procura ad un secondo agente, Mariano Grimaldi, senza interrompere il rapporto con il primo. Leggendo la sentenza si scopre inoltre che il brasiliano ha “accusato, pur nella consapevolezza che ciò non corrispondesse al vero, l’agente Marco Petrin di avere ‘abusato’ di un modulo contenente la sua firma apocrifa”. Alla società viene invece addebitata la violazione della clausola compromissoria. 

Se da un lato la decisione è pesante perché priva la squadra di un ottimo giocatore, dall’altro c’è da dire che rispetto alle richieste della Procura Federale (1 anno di inibizione)  alle attese degli addetti ai lavori, la punizione è stata ben più lieve. In attesa del rientro di Lanzafame dalla squalifica e di Perea dall’infortunio, resta da vedere se Camplone chiederà al presidente Santopadre di intervenire acquistando qualcuno dal grande bacino degli svincolati, o se farà di necessità virtù e adatterà la formazione agli uomini a disposizione. 

A rasserenare società e tifosi è poi arrivata una importante novità per quel che riguarda la “saga Fabio Mazzeo”: l’attaccante originario di Salerno ha infatti trovato l’accordo con il Benevento e si trasferirà immediatamente in Campania. Preparati i documenti per la rescissione del contratto firmato più di un anno fa, rimane solo il via libera da parte della FIGC, che dovrebbe permettere a Mazzeo di svincolarsi in base alle norme che garantiscono la tutela del diritto al lavoro a tutti i professionisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento