Napoli-Perugia, Cosmi tra Coppa Italia e calciomercato: "Voglio personalità. Rajkovic? Meglio così..."

Il tecnico del Grifo alla vigilia della sfida del San Paolo (martedì 14 gennaio, ore 15) valida per gli ottavi di finale: "Loro più forti ma mi aspetto un Grifo coraggioso. Il serbo? Qui non siamo il Club Mediterranée: voglio solo gente che crede in noi e nella Serie A"

Tutto pronto per il nuovo debutto di Serse Cosmi, tornato sulla panchina del Perugia al posto dell'esonerato Massimo Oddo quasi 16 anni dopo lo spareggio contro la Fiorentina in cui il Grifo perse quella Serie A da allora mai più ritrovata. E l'esordio sarà da brividi, nello splendido scenario del San Paolo dove domani (martedì 14 gennaio, ore 15) i biancorossi sfideranno il Napoli nel match valido per gli ottavi di finale della Coppa Italia. Alla vigilia della sfida però Cosmi non ha parlato solo degli azzurri, ma anche di calciomercato e dei presupposti con cui è nata questa sua "seconda vita" perugina...

Napoli-Perugia: le probabili formazioni

EMOZIONI - "Emozionato? Qui ogni allenamento e partita lo sarà - ha spiegato il tecnico di Ponte San Giovanni, vera e propria icona dell'era Gaucci - allenare qui non sarà mai come farlo da un’altra parte. Sono poi un allenatore e cercherò di estraniarmi da queste emozioni e sensazioni, che comunque non sono sempre negative: ogni 'toccata' della gente qui al campo è per me un’iniezione di entusiasmo. In questi primi giorni ho visto grande voglia e grande applicazione da parte di tutti ma ora mi aspetto delle risposte in quelli che sono i veri test, ovvero le partite. Avrei voluto fare calcoli anche in vistà del match di campionato contro il Chievo (sabato 18 gennaio a Verona alle ore 18, ndr) ma alla lista degli infortunati si sono aggiunti anche Capone e Mazzocchi. Sono però contento di sfidare Gattuso, che ho incontrato in tribuna a San Siro due mesi fa quando tutti e due aspettavamo ancora una panchina".

Grifo, Castagner sa come si fa: "Scossa Cosmi, ma in campo vanno i calciatori..."

EMERGENZA - L'emergenza soprattutto in difesa dove Cosmi sta valutando anche Rodin, fin qui 'oggetto misterioso', e non si strappa i capelli per il mancato arrivo del serbo Rajkovic che ha preferito i rubli russi al Grifo: "Non mi sono permesso di dare giudizi su chi ha giocato di più, figuriamoci se lo faccio con chi non ha giocato ma è normale in questa situazione valutare e considerare tutti. Rajkovic? Considero un bene che alla fine non sia arrivato: se non era felice avrebbe fatto danno a lui, cosa che mi interessa poco, e danni al Perugia che è quello che invece interessa invece a me. Se uno non vuole venire qui meglio che non venga, Perugia non è un 'club mediterranée' ma una piazza che ha un sogno e chi viene qui deve volerlo, capire che questa è un’occasione per lui e non per il Perugia. Non c’è solo Rajkovic nel panorama calcistico internazionale e intanto sono contento perché Angella da mercoledì (15 gennaio, ndr) tornerà ad allenarsi in gruppo ed è sulla via di recupero".

FOTO Cosmi torna al Grifo, tifosi scatenati: entusiasmo e ironie sui social

Continua a leggere >>>

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

  • Mariano Di Vaio, l'influencer-imprenditore che fattura milioni: nuova sede a Perugia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento