Maratonina del Campanile, da 31 anni di corsa tra agonismo e solidarietà: i vincitori

In oltre 500 al via della tradizionale competizione promossa dalla Podistica Volumnia. Incasso all'Airc

Ha festeggiato le trentuno edizioni la Maratonina del Campanile, manifestazione organizzata dalla Podistica Volumnia Sericap, che ha visto al traguardo circa 530 atleti provenienti da diverse regioni italiane, mentre poco meno di un centinaio le persone che hanno preso parte alla camminata non competitiva Correre per la Vita, in abbinamento anche in questa occasione con la Fondazione Airc dell’Umbria a cui è andato il ricavato.

Oltre al percorso di 20 km. misurato ed omologato che ha interessato anche il territorio di Torgiano, con l’attraversamento del suo centro storico, previsto anche un percorso di 10 km sempre agonistico.

A giungere per primi sul traguardo di via Cestellini, per la 10 km,  in campo maschile successo per Lorenzo Vergni, Tiferno Runners, in 31.06 davanti ad Alessio Malfagia e Marco Melchiorri, mentre a livello femminile vittoria per Chiara Belfico, Atletica Arcs Cus Perugia, in 36.54 davanti a Linda Carfagna e Antonella Bellitto.

Nella gara principale ancora un successo per un atleta africano: stavolta è stato il keniano Simon Loitanyang Kibet, della TX Fitness, alla sua prima partecipazione al Campanile, ad imporsi al termine di una gara condotta sempre al comando e per buona parte in solitudine: 1.04.04 il tempo finale del vincitore che ha preceduto di oltre sei minuti il marocchino Tarik Marhnaoui, e l’altro marocchino Khalid Mokhchane. Primo italiano lo spoletino Daniele Petrini, quarto, che si è aggiudicato come primo umbro il decimo trofeo Confcommercio.

Al femminile ancora un successo per Silvia Tamburi, Atletica Avis Perugia, autrice di una gara autoritaria condotta a ritmo elevato che le ha permesso di vincere in 1.16.52 lasciando a sette minuti la seconda classificata, Federica Poesini, Tiferno Runners, vincitrice della passata edizione; Irene Enriquez, anch’essa Atletica Avis Perugia ha completato il podio femminile. Alla Tamburi stato assegnato il Trofeo Confcommercio come prima umbra.

In corsa sul percorso lungo anche Filippo “Popof” Poponesi, l’ultramaratoneta perugino rientrato la sera prima dagli Stati Uniti dove ha portato brillantemente a termine nel Minnesota la Arrowhead 135, una delle gare più estreme e difficili al mondo: 217 km tra neve e freddo gelido, con temperature che arrivano di notte anche oltre i -30° in cui i runners dovevano trainare una slitta con tutta l’attrezzatura necessaria per compiere il percorso in totale autosufficienza: Poponesi è stato il primo europeo al traguardo.  

A livello societario ancora successo per l’Atletica Il Colle che ha preceduto il Grifo Runners Perugia e l’Atletica Avis Perugia. Alla Maratonina del Campanile ha preso parte anche una delegazione di atlete di Pink is Good – Perugia Running Team: Pink is Good è un progetto di Fondazione Umberto Veronesi e per la Fondazione è sostegno concreto alla ricerca, grazie al finanziamento di borse di ricerca per medici e scienziati che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio e alla cura del tumore al seno e degli altri tumori femminili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cerimonia di premiazione alla presenza oltre che del presidente della Podistica Volumnia Sericap, Bottoloni, del consigliere comunale di Perugia, Paolo Befani, di Grazia Maccherani, consigliere della Fondazione Airc Umbria, di Mario Filippucci, titolare Sericap e dello stesso Filippo Poponesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento