Lega A, Liomatic Umbertide espugna Cagliari e sale al quarto posto

Ci sono voluti due tempi supplementari per poter avere ragione della squadra sarda. Tutte le curiosità e statistiche di una partita di basket da brivido

Grande, grandissima prova di carattere della Liomatic Umbertide. La formazione di coach Serventi riscatta il brutto passo falso di Priolo e sbanca il “PalaCus” di Cagliari, dopo un’autentica battaglia durata 50 minuti. Vittoria che vale doppio quella ottenuta dalle umbre. Si perché, oltre a corroborare in maniera decisa la classifica (4° posto agguantato dopo il ko di Lucca a Faenza), quella di Cagliari è una vittoria ottenuta malgrado i tanti problemi di natura fisica che hanno caratterizzato (e stanno caratterizzando) l’ultimo periodo.

Senza eccessivi trionfalismi è lecito parlare di colpaccio, arrivato dopo una gara molto emozionante e decisa proprio sul terreno della tenuta fisica, della generosità. In questo contesto, ne abbiamo avuta conferma, la Liomatic si esalta. Grande cuore, 5 giocatrici in doppia cifra, un ritrovato sangue freddo quando Cagliari ha rimesso in piedi a fil di sirena (2 volte) un match che sembrava compromesso. Sono tante le belle notizie incassate da “Lollo” Serventi, pur in un contesto che rimane complicato stante il calendario fittissimo (mercoledì si recupera contro Taranto) e le problematiche che sappiamo di cui sopra.

In avvio il coach ospite sceglie un quintetto con Zara, Martinez, Modica, Cinili e Ohlde da nr. 5. La scelta da subito i frutti sperati, con Umbertide avanti 8-3 (minuto 3). Tuttavia, la reazione del CUS non si fa attendere e porta la firma di Plumley. La regista di coach Xaxa firma 3 triple consecutive che valgono il sorpasso (16-13) alla prima sirena. Il secondo periodo fila via liscio, con le locali che mantengono lo scarto minimo. Al 19’ Brunetti sigla il massimo vantaggio (30-26) di Cagliari su rimbalzo d’attacco, dall’altra parte una tripla di Jovanovic (ottima, finirà con ¾ da fuori a discapito della frattura alla mano sinistra) certifica il 30-29 di metà gara. Quando si torna sul parquet, Umbertide innesca le marce alte. Un “parzialone” di 12-0 (bene Cinili e Modica) vale il +8 esterno del minuto 26.

Fabianova interrompe l’emorragia, ma Jovanovic risponde per il 40-47. Brunetti scrive il 42-47 della terza sirena. Questo canestro farà da prologo al contro-parziale sardo. Wabara lo chiude con la tripla frontale del nuovo vantaggio interno (48-47, break di 11-2). Ohlde rimette la freccia (48-49) nell’azione successiva. Sarà l’inizio di un testa a testa carico di pathos. Umbertide avanza, Darret la stoppa. Con questo leit-motiv si arriva alle battute finali. Stansbury dalla lunetta per il 62-60 Liomatic, ma l’esplosiva USA di Xaxa manda tutti all’overtime.

Umbertide lo affronta senza Martinez e Stansbury (out per falli). Le padrone di casa, scampato il pericolo, provano l’allungo. Plumley segna da fuori un pesante +5 (67-62), per le umbertidesi sembra mettersi male. Però, come detto, le ragazze di coach Serventi trovano spesso energie extra quando le difficoltà aumentano. Ohlde e Zara suonano la carica, il capitano sorpassa sul 69-67 in prossimità dei titoli di coda. Titoli che non scorreranno perché Brunetti pareggia, imitando Darret. 69-69, secondo supplementare in arrivo. Stavolta è un monologo, le umbre non tremano. Cinili fa 4-0, Wabara ci prova in 2 occasioni (71-73, 74-76) ma Ohlde e Gorini mettono la parola fine sulla contesa. Cagliari, generosissima, non ne ha più. Finisce 82-74, con Umbertide che festeggia il ritorno nelle “magnifiche 4” e Cagliari comunque fiducioso verso la post-season salvezza.

Per la verità, non c’è tempo di festeggiare in casa Liomatic. Mercoledì sera, ore 20:45 con diretta su RaiSport2, le umbertidesi ricevono la capolista Cras Taranto in un “PalaLiomatic” che si annuncia gremito. La corazzata pugliese merita ovvio rispetto, ha il pronostico tutto dalla sua, ma evoca ricordi stupendi. Staremo a vedere.

 

 

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Insulti e botte tra genitori mentre aspettano il bus della gita dei figli, a processo in tre

  • Cronaca

    In manette spacciatore con protezione umanitaria, nel cellulare le prove della cessione di droga

  • Cronaca

    Operazione anti-droga dei Carabinieri, tanti giovanissimi nella rete: sequestrata serra di marijuana

  • Politica

    Elezioni, intervista a Romizi: "I miei 5 anni al servizio della città. Il futuro: merito, velocità e creatività"

I più letti della settimana

  • L'azienda fa il record di fatturato, il presidente regala ai dipendenti una crociera

  • Maltempo, carreggiata inondata: la strada tra Pila e Badiola diventa un torrente, auto bloccate

  • Prima il sì alla sposa, poi il grande gesto: medico di Perugia salva un 60enne

  • No alle dimissioni della Marini, malore per la Presidente: corsa all'ospedale di Pantalla

  • Inchiesta sanità, il consiglio regionale respinge le dimissioni di Catiuscia Marini

  • L'appello social per ritrovare Claudia: "E' uscita stamattina e non è rientrata, ecco la targa dell'auto"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento