Lega Pro, Gubbio sconfitto tra le polemiche al 91': un rigore dà il successo alla Maceratese

Partita tesa al "Barbetti": i Lupi colpiscono due legni e si vedono annullare un gol per un fuorigioco dubbio. Ulteriore beffa nel finale quando l'arbitro assegna il penalty ai marchigiani

Si ferma a due la striscia di vittorie del Gubbio. I rossoblù perdono al “Barbetti” contro la Maceratese al termine di una partita incredibile, decisa da un rigore a tempo scaduto molto contestato dai padroni di casa. Ad aggiungere ulteriori rimpianti i due legni colpiti dai Lupi nel corso della gara.

Il match – Magi prosegue con il 4-3-1-2 piazzando Casiraghi dietro a Ferretti e Candellone. La Maceratese guidata dal perugino Federico Giunti risponde con un modulo ad “albero di Natale”: Colombi unica punta sostenuto da Turchetta e Petrilli. La prima chance del match la crea il Gubbio: Zanchi lancia in area, Valagussa in tuffo la tocca con il destro ma Forte respinge da due passi. Al 18’ ecco i marchigiani: Colombi pescato sul filo dell’offside si accentra e calcia col mancino, Narciso si distende e para in due tempi. Al minuto 26 il primo legno di giornata: angolo di Ferretti al centro dell’area, Marini al volo di destro scheggia la parte superiore della traversa.

I pistacoppi non stanno a guardare e sfiorano il vantaggio due giri di orologio più tardi: imbucata di Quadri per De Grazia, dormita della difesa eugubina e ci vuole una grande uscita di Narciso per impedire ai biancorossi di passare in vantaggio. La partita resta molto bella, Candellone si vede negare un gran gol da Forte e al 32’ gol annullato al Gubbio: pasticcio dei centrali della Maceratese, ne approfitta Candellone che in estirada prova a battere il portiere ospite, il pallone si impenna e Ferretti la schiaccia di testa in rete. I rossoblù esultano ma l’arbitro non concede la marcatura, ritenendo l’attaccante in fuorigioco. Inutili le proteste dei Lupi. L’ultima chance del primo tempo arriva con un missile di Casiraghi che finisce di poco alto.

Passiamo alla ripresa: passano 30 secondi e il n.28 del Gubbio colpisce il secondo legno della giornata per la sua squadra dopo una lieve deviazione di Forte. Si rifà sotto la Maceratese che al 53’ fallisce una doppia chance ghiottissima con De Grazia e Petrilli che si fanno respingere i tiri a botta sicura da Marini e Valagussa. Intorno alla mezzora del secondo tempo sono i marchigiani a poter recriminare per un palo colpito da Quadri direttamente da calcio di punizione.

L’ultimo quarto d’ora di gara regala solo un’emozione, purtroppo per il Gubbio decisiva in negativo. All’89’ Palmieri, subentrato a Turchetta, viene lanciato in profondità, entra in area e Narciso gli pizzica una caviglia in uscita bassa. Per l’arbitro è calcio di rigore. Inutili le proteste di tutta la formazione rossoblù e in particolare del portiere ex Modena, De Remigis è irremovibile. Dal dischetto si presenta Colombi che la piazza sotto l’incrocio e beffa il Gubbio. Il finale di partita è tesissimo, molti giocatori umbri vanno verso l’arbitro per stringergli la mano in maniera polemica. A farne le spese è Rinaldi che si prende il rosso a match concluso. Serata amara per i Lupi che possono recriminare per le tante occasioni sciupate e per un arbitraggio rivedibile. Il Gubbio perde la terza gara su cinque in casa e conferma di soffrire i match disputati davanti al pubblico amico.

GUBBIO-MACERATESE 0-1

GUBBIO (4-3-1-2): Narciso; Marini, Burzigotti, Rinaldi, Zanchi; Valagussa, Croce, Giacomarro (25'st Conti); Casiraghi; Ferretti, Candellone. A disp.: Volpe, Kalombo, Marghi, Petti, Pollace, Ricci, Bergamini, Costantino, Romano, Genghini, Tavernelli. All.: Magi.
MACERATESE (4-3-2-1): Forte; Bondioli, Gattari, Perna, Ventola; Malaccari, Quadri (35'st Mestre), De Grazia; Petrilli, Turchetta (27'st Palmieri); Colombi (47'st Marchetti). A disp.: Moscatelli, Gremizzi, Broli, Franchini, Cantarini, Massei, Bangoura, Quadrini, Allegretti. All.: Giunti.
ARBITRO: De Remigis di Teramo (Assistenti: Cecchi di Pistoia - Garzelli di Livorno).
MARCATORI: 46'st Colombi (M) su rig.
NOTE – Ammoniti: Giacomarro (G), De Grazia (M), Croce (G), Forte (M). Espulso: 48' st Rinaldi (G).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento