Più forte di tutto: Luca Aiello, il maratoneta perugino non vedente, parteciperà all'Iroman

Ad affiancarlo l'atleta Simone Cavallini, già Ironman per varie volte. Simone sarà la guida di Luca nelle fasi dello svolgimento delle tre specialità: ciclismo, nuoto, corsa

Da ragazzo è diventato cieco. Ma Luca Aiello, perugino quarantenne, non si è mai arresto. E' diventato un maratoneta e  dal 2014 ha iniziato a correre a livello agonistico. Da gennaio di quest'anno è tesserato con la Triathlon Trasimeno e parteciperà alla gara Ironman  in programma a Cervia il prossimo settembre. Ad affiancarlo l'atleta Simone Cavallini, già Ironman per varie volte. Simone sarà la guida di Luca nelle fasi dello svolgimento delle tre specialità: ciclismo, nuoto, corsa.

Solo grazie all'affiatamento, nato con spontaneità e naturalezza tra Luca e Simone, si è resa possibile la sua partecipazione di Aiello all'evento sportivo più importante. Un sogno che aveva nel cassetto e che ora è pronto a realizzare.

Le difficoltà da superare non sono poche: grazie ad accorgimenti quali nastri sintetici di collegamento tra loro Luca potrà nuotare senza incorrere in pericoli o invadere altre corsie. Nella corsa podistica Simone guiderà Luca con l'ausilio di una fascetta elastica che terranno entrambi per mano così da poter supportare  oltre alle indicazioni vocali, l'andamento regolare della corsa aiutando Luca nell'evitare ostacoli, buche e quant'altro possa interferire durante lo svolgimento della gara. Per la corsa in bicicletta è in fase di costruzione il prototipo del tandem che a breve sarà disponibile per effettuare gli allenamenti e testare le modalità di guida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento