Basket, Liomatic Perugia: intervista al dg Paolo Chiacchella

Le parole del dg dei Grfoni, Paolo Chiacchella nelle dichiarazioni rilasciate all'ufficio stampa della Liomatic Perugia basket, prima dell'inzio del campionato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Prima dell'inizio del campionato abbiamo intervistato il Direttore Generale del Perugia Basket, Paolo Chiacchella.

Quali sono le sensazioni di inizio stagione, dopo le amichevoli di preparazione e dando un occhio al calendario in questa prima fase?

Dalle amichevoli si è vista una squadra in crescita, è importante lavorare ancora per creare il giusto amalgama, per poter far si che i giovani possano ritagliarsi un proprio ruolo al suo interno. Dalle partite di prestagione sono arrivate indicazioni positive contro formazioni attrezzate, sia contro Lucca che con Firenze e Recanati, i ragazzi hanno dimostrato di esserci, nonostante i carichi di lavoro fossero tosti. L'inizio della stagione è decisamente impegnativo, incontriamo subito Torino che è la favoritissima e che nell'ultimo week end ha regolato due squadre di legadue come Brescia e Bologna, le altre giornate non saranno semplici ma sono sicuro che ci prepareremo sempre al massimo.

Cosa si sente di dire alla squadra ed allo staff?

L'optimum per noi sarebbe fare almeno 4 punti nelle prime 4 giornate, però per fare questo, come dice coach Fabrizi, abbiamo bisogno di agonismo, di giocare con il cuore, lottando dal primo all'ultimo minuto, impegnandoci sin dalla preparazione settimanale, oltre che ovviamente alle qualità tecnico-tattiche.

Ed ai tifosi ed alla città?

-Spero vivamente che i tifosi e la città sposino il nostro progetto, fatto di molti ragazzi giovani e perugini. Dal canto nostro ci stiamo impegnando con una comunicazione più diffusa e attenta, cercando di dare maggiore disponibilità alle iniziative che ci vengono proposte, con la volontà di portare sempre più gente al PalaEvangelisti. Quest'anno avremo bisogno di tutto il calore del pubblico e della città, i tifosi dovranno aiutarci a crescere e la cosa dovrà essere reciproca, nel tentativo di aumentare l'entusiasmo per affrontare quello che si preannuncia un campionato di alto livello.

Torna su
PerugiaToday è in caricamento