Basket, Liomatic Perugia: a tu per tu con Francesco Santantonio

Prima della gara casalinga contro San Severo, l'ufficio stampa della Liomatic ci propone un'intervista con il play/guardia della Liomatic Perugia, Francesco Santantonio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Prima della gara casalinga contro San Severo, ecco un'intervista con il play/guardia della Liomatic Perugia, Francesco Santantonio. Giovane atleta, vero prodotto del vivaio PBA, tra i primi ad essere confermato in biancorosso, per lui si prospetta un ruolo importante all'interno della rosa a disposizione di coach Fabrizi.

Cosa ti aspetti e cosa chiedi a te stesso per la nuova stagione?

Il mio obiettivo è quello di riuscire a recitare un ruolo importante all'interno della squadra, dando una mano concreta, prendendomi anche maggiori responsabilità. Per fare questo sono consapevole che si dovrà partire dal lavoro settimanale e dando il massimo nei minuti che avrò a disposizione durante la partita. Per prima cosa voglio migliorare l'aspetto mentale, nella prima giornata abbiamo giocato in un campo ostico contro avversari di livello, dovrò cercare quella sicurezza che mi consentirà di stare in campo con la testa libera, riuscendo a fare le cose che voglio effettivamente fare, trovando nella qualità dell'avversario uno stimolo in più per fare bene.

Domenica arriva San Severo, quali sono le tue impressioni?

Gli avversari di domenica sono tosti, San Severo è una squadra molto rinnovata che ha aggiunto ottimi elementi al roster e puntano a fare bene per la stagione. Verranno sicuramente qua in cerca dei due punti ma noi ci faremo trovare pronti, lavorando durante la settimana per migliorare le cose che non sono andate contro Torino, applicandole subito contro di loro.

Sarà anche l'esordio casalingo.

Giocare di fronte al proprio pubblico è sempre una forte emozione, essendo perugino e un prodotto del vivaio lo è ancora di più. Devo dire comunque che ogni volta che si scende sul parquet dal PalaEvangelisti è stupendo, hai vicino la tua città, i tuoi tifosi e le persone che ti sono quotidianamente accanto. Mi aspetto che il pubblico accorra numeroso al palazzetto, sarà fondamentale il suo sostegno sin dai primi minuti e spero che fin dalla prima giornata diventi un tutt'uno con la squadra e sia il vero sesto uomo in campo, fiero del carattere perugino di questa squadra.

Torna su
PerugiaToday è in caricamento