Gubbio Reggina 1-3 | Rossoblu ancora a zero punti

Ancora una sconfitta per il Gubbio calcio che soccombe in casa, al Barbetti, contro una Reggina in formato Serie A, che rimonta e vince per 3-1

Alla vigilia, il già traballante Pecchia aveva chiesto grinta e impegno ai propri giocatori, componenti che non sono bastate, però, ad evitare al Gubbio la quarta sconfitta in quattro gare, ad opera stavolta della Reggina. Dopo un avvio stile Marassi, con Bonazzoli praticamente immarcabile, i lupi, eccessivamente tesi al loro ingresso in campo, sono poi riusciti a tenere testa ad un avversario costruito per abitare le zone alte della classifica. Ma a determinare l’ennesimo risultato negativo sono stati i troppi errori difensivi dei rossoblu che, sul risultato di 1-1, nel finale hanno incassato due gol assolutamente evitabili. Rimandato l’esordiente Mario Rui, resosi protagonista di almeno tre errori gravi, non sono mancate, comunque, le note liete tra le fila eugubine. Eccellenti, infatti, le prestazioni dei laterali Bazzoffia e Mendicino (l’autore del gol del vantaggio), due autentiche spine nel fianco per la difesa amaranto. Ed estremamente convincente, almeno per 80’, la prova dell’estremo difensore Donnarumma. E’ da qui che bisognerà ripartire per continuare a coltivare quel sogno che si chiama salvezza.

IL MATCH – Pronti via e sono gli ospiti a farsi pericolosi davanti a Donnarumma: prima con Campagnacci (2’), innescato da un errore di Mario Rui, poi con Bonazzoli (3’) che di testa grazia il portiere eugubino. E’ sempre il capitano amaranto a far tremare il Barbetti al 13’ con un colpo di testa che trova la pronta risposta di Donnarumma. Al 23’ l’ennesima occasione per Bonazzoli, girata con palla fuori d’un soffio, chiude l’inizio terribile della squadra di Pecchia che comincia a farsi vedere davanti grazie alle incursioni di Bazzoffia e di un Mendicino in giornata di grazia. Proprio l’ex Crotone al 35’ raccoglie una respinta corta della difesa amaranto scaraventando in porta un diagonale che non lascia scampo a Kovacsik. La Reggina perde anche Bonazzoli che lascia il posto a Ceravolo a causa di una ferita alla testa. Nella ripresa il Gubbio, pur soffrendo, sembra in grado di resistere agli attacchi del calabresi. Donnarumma dice no ad Emerson su punizione, ma non può nulla al 67’: palla al centro di D’alessandro, velo di Ceravolo e piatto dell’umbro Campagnacci che sigla l’1-1. I padroni di casa si disuniscono e la Reggina sorpassa all’82’ grazie ad una grande azione di Ceravolo. Il 3-1 è poi frutto di un’incomprensione tra Almici e Donnarumma, infilati da un pallonetto ancora di Ceravolo (90’).

LA SVOLTA – Chiamato a sostituire l’ottimo Bonazzoli, Ceravolo è determinante con una finta nel liberare Campagnacci nella rete del pareggio. Si rivela poi assoluto protagonista con una splendida doppietta. Con le due formazioni oramai quasi rassegnate all’1-1, la sua azione solitaria è il lampo che regala il successo alla Reggina.

TABELLINO – Gubbio Reggina 1-3

Gubbio: (4-4-2) Donnarumma; Almici, Caracciolo, Benedetti, Mario Rui (65’ Lunardini); Boisfer, Sandreani, Raggio Garibaldi (45’Montefusco), Bazzoffia (71’ Ragatzu), Mendicino; Ciofani. All. Pecchia.

Reggina: Kovacsik; Cosenza, Emerson, Marino; Rizzato, D'Alessandro, De Rose, Campagnacci, Rizzo; Bonazzoli (40’ Ceravolo), Missiroli (79’ Castiglia). All. Breda.

Sampdoria Gubbio 6-0: tabellino, cronaca e commenti
Marcatori: 14′ Pozzi rig. (S); 19′ Volta (S); 43′ Bertani rig. (S); 60′ Bertani (S); 64′ Pozzi (S); 75′ Piovaccari (S).“

Leggi tutto: http://www.perugiatoday.it/sport/sampdoria-gubbio-6-0-tabellino-cronaca-commenti.html
Diventa fan: http://www.facebook.com/pages/PerugiaToday/100142986753754
Marcatori: 35′ Mendicino (G), 67′ Campagnacci, 82’ e 90′ Ceravolo.

Ammoniti: Raggio Garibaldi (G), D'Alessandro (R), De Rose (R).

 

Guarda lo sport live e on-demand su DAZN
Comincia il tuo mese GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Alcol denaturato, un potente disinfettante per l'igiene domestica

  • Pancia gonfia, ecco le cause e i rimedi naturali

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • Investito sulla E45, il testimone: "Ho cercato di convincerlo a salire in auto, poi si è lanciato sulla strada"

  • A piedi sulla E45, travolto e ucciso da un'automobile

Torna su
PerugiaToday è in caricamento