Gubbio sempre più in crisi: la Pistoiese rimonta e batte per 3-2 i Lupi di Acori

Vittoria fondamentale per i toscani che sorpassano il Gubbio ed escono dalla zona pericolosa della classifica. Per i rossoblù invece la situazione si fa difficilissima

Al Gubbio non basta neanche il ritiro a Roccaporena: i Lupi, dopo essere andati per due volte in vantaggio, perdono 3-2 contro la Pistoiese e rimangono inchiodati a un nulla dal baratro dei play-out. Si tratta del quinto risultato di fila senza vittorie per gli umbri che adesso dovranno vincere a tutti i costi contro la Pro Piacenza per evitare un ultimo turno di fuoco a Grosseto.

Quella di oggi era una partita che metteva in palio tre punti pesantissimi, considerata l’esegua distanza tra le due contendenti, divise da un solo punto nella graduatoria della Lega Pro. Acori mette in campo il solito 4-1-4-1 con Loviso in regia, ma è costretto a rinunciare all’infortunato Domini in difesa e allo squalificato Regolanti in attacco (al suo posto Cais). Dall’altra parte Sottili, subentrato lo scorso febbraio a Cristiano Lucarelli, non rinuncia al 4-3-3, sebbene questo modulo abbia fruttato alla Pistoiese solo 3 vittorie negli ultimi 11 turni. Inoltre i toscani devono fare a meno di capitan Di Bari, espulso nel match della scorsa settimana contro il Pisa, e di Matteo Ricci, che si è infortunato al malleolo in allenamento.

Prima iniziativa del Gubbio al 3’ di gioco con Vettraino che scatta sulla sinistra, appoggia per Guerri il cui tiro viene respinto, arriva Loviso che spara alto sopra la traversa. Gli arancioni rispondono con una botta da fuori area di Mungo, palla che non centra lo specchio della porta. I rossoblù passano in vantaggio al 13’: angolo dalla destra, Loviso viene incontro e crossa per Manganelli che di testa impegna Ricci; sulla ribattuta arriva Guerri, ex di turno, che ha vita facile nell’appoggiare in porta l’1-0. La gioia per la rete è offuscata dall’infortunio di Marcello Mancosu che al 17’ è costretto ad abbandonare il campo, al suo posto Esposito.

La Pistoiese cerca la reazione che arriva con un doppio tentativo di Romeo, ma la difesa ospite riesce a sbrogliare in qualche modo. I toscani insistono e trovano il pareggio al 25’: Mungo, lasciato troppo libero di calciare, entra in area e trafigge Iannarilli con un destro che bacia la parte bassa della traversa e si insacca inesorabilmente. Il Gubbio è in bambola e per poco i padroni di casa non raddoppiano con Romeo, servito bene in area da Piscitella, ma il n.1 eugubino, d’istinto, salva la propria squadra. Al “Melani” è una bella partita, le due squadre si affrontano a viso aperto nonostante lo spettro dei play-out. I rossoblù, superato lo shock del pareggio, tornano a creare gioco e a 3 minuti dalla fine del primo tempo ritrovano il vantaggio: Casiraghi indovina l’imbucata per D’Anna che approfitta della dormita della retroguardia pistoiese e dalla linea di fondo supera con un bel destro Ricci. Disperazione per gli uomini di Sottili che un istante prima avevano clamorosamente fallito un contropiede con Coulibaly, bloccato da una prodigiosa uscita bassa di Iannarilli. Il Gubbio, seppur con qualche affanno nel finale, riesce a chiudere la prima frazione sul punteggio di 2-1.

La ripresa si apre però con una doccia gelata per i ragazzi di Acori: Romeo colpisce la traversa dopo la respinta corta di D’Anna, il più lesto di tutti è ancora Mungo che di testa mette dentro il 2-2 e la sua personale doppietta. Di nuovo tutto da rifare per i rossoblù. A questo punto la Pistoiese ci crede e sfiora il sorpasso con l’altro ex di giornata Falzerano, il quale rientra sul sinistro e tenta un tiro a giro che sfiora il palo alla destra di Iannarilli. Giornata nera dal lato infortuni: dopo Mancosu e Guerri si fa male anche Cais, e Acori è costretto a buttare nella mischia il 22enne Bentoglio. Il Gubbio capisce che la situazione rischia di diventare pericolosa e si chiude dietro, affidandosi al contropiede. Gli arancioni però tornano a farsi vedere dalle parti di Iannarilli con il cross di Piscitella in favore di Anastasi, bravo Lasicki ad anticipare la punta della Pistoiese e mandare in corner. Ma è proprio dal calcio d’angolo che ne scaturisce che i padroni di casa trovano il 3-2: Martignago dalla bandierina la mette sul secondo palo per la testa di Anastasi, Iannarilli devia sul palo ma la sfera termina comunque in rete.

Il Gubbio è costretto a gettarsi in avanti, ma Esposito fallisce la chance del pari mandando fuori di testa dopo il traversone dalla sinistra di D’Anna. E’ un assalto disperato quello dei Lupi, che le provano tutte: Casiraghi dalla lunga distanza tenta il destro a giro, il n.10 eugubino però non è fortunato e il pallone finisce largo di un soffio. La Pistoiese cerca di difendere il risultato con tutti i mezzi, negli ultimi 3 minuti di tempo regolamentare l’arbitro ammonisce ben tre giocatori toscani. Il fortino arancione regge e dopo 3 minuti di recupero Formato fischia la fine del match.

Vittoria fondamentale per i toscani che sorpassano il Gubbio ed escono dalla zona pericolosa della classifica. Per i rossoblù invece la situazione si fa difficilissima: il gruppo guidato da Acori rimane fermo a 40 punti in compagnia di Forlì, Prato e Santaracangelo, e resta fuori dai play-out solo grazie agli scontri diretti a favore. Rimangono solo due sfide ai Lupi per centrare la salvezza e non è detta che la dirigenza non decida di cambiare guida tecnica per dare la scossa decisiva.

PISTOIESE-GUBBIO 3-2 (1-2)

PISTOIESE (4-3-3): Ricci M.; Golubovic, Ricci L., Piana, Frascatore; Falzerano (26’st Martignago), Mungo, Vassallo; Coulibaly (1’st Anastasi), Romeo (26’st Calvano), Piscitella. A disp.: Olczak, Celiento, Narciso, Provenzano. All.: Stefano Sottili.

GUBBIO (4-1-4-1): Iannarilli; Luciani, Manganelli, Lasicki, D’Anna; Loviso; Mancosu (17’st Esposito), Casiraghi, Guerri (4’st Tutino), Vettraino; Cais (15’st Bentoglio). A disp.: Citti, Rosato, Caldore, Castelletto. All.: Leonardo Acori.

ARBITRO: Formato di Benevento (Assistenti: Muto di Torre Annunziata – Abruzzese di Foggia).

MARCATORI: 13’pt Guerri (G), 25’pt, 2’st Mungo (P), 42’pt D’Anna (G), 30’st Anastasi (P).

NOTE – Ammoniti: 9’st Mungo (P), 29’st Bentoglio (G), 42’st Ricci M. (P), 43’st Anastasi (P), 44’st Martignago (P) Recupero: 2’; 3’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Lungo la Pievaiola scontro tra tre auto all'ora di cena: mezzi distrutti, feriti

  • Arresti per 'ndrangheta, la cosca perugina faceva paura: "Basta una mia parola e si pisciano addosso"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento