Il sogno s'avvera: a Gualdo il primo campionato del Mondo di Tiro con la Fionda, oltre 20 nazioni

Dalla Cina all'Argentina, dagli Usa alla Slovacchia: tanti atleti in gara per il primo storico mondiale. Il Coni entusiasta già pensa di lanciare questo sport alle Olimpiadi. Tutto è nato in Umbria a Gualdo Tadino

Non è un piccolo miracolo, ma il frutto di 40 anni di passione - nata nei Giochi de le Porte - per una delle armi più popolari - seppur ora diventata moderna grazie ad elastici e materiali ultra leggeri - la fionda. Il sogno di una trentina di tiratori gualdesi è diventato piano piano realtà: prima una federazione nazionale, poi il campionato italiano (con squadre della Sicilia, del Friuli, del Lazio), poi un incredibile campionato europeo (dove Italia e Spagna si contendono il primato), infine la grande scommessa grazie ad un Coni sempre più illuminato: il campionato del mondo. Una competizione internazionale nata su fb: per capire se la fionda era popolare nel mondo sono stati postati dei video in inglese.

Pochi giorni dopo la calata dell'esca hanno iniziato ad abboccare pesci grossi da tutto il mondo. Ecco dunque che al Primo Campionato del Mondo di Fionda - che si svolgerà a Gualdo Tadino dal 21 al 24 giugno - parteciperano le squadre di Usa, Messico, Russia, Cina, Brasile, India, Spagna, Germania, Francia, Inghilterra, in più tiratori singoli da altri 11 Paesi. E fioccano sponsors, curiosi, volontari per essere presenti ad un campionato del mondo che potrebbe essere l'inizio di un futuro sport olimpico - come ribadito in sede di Coni - con ricchi sponsor mondiali e aperto ad atleti di tutte l'età. Si tirano palline da una distanza di 10 metri sia verso dei bersagli mobili tondi di forma decrescente - se colpiti vanno giù - e verso piccoli bersagli concentrici: ogni settore ha un punteggio, più ci si avvicina al centro più sale il punteggio (modello pistola e carabina olimpica).

Il campionato del mondo è stato presentato nella Sala Giunta del Coni, Foro Italico a Roma alla presenza del Presidente del Coni Giovanni Malagò che ha ricevuto la delegazione gualdese formata dal Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, da Mirko Marinelli, Marco Brunetti, Leonardo Giacometti, Sergio Sabbatini dell’Asd Gruppo Fiondatori di Gualdo Tadino, dal Presidente della Figest (Federazione Italiana Sport e Giochi Tradizionali) Enzo Casadidio, e dal Segretario Generale Figest, Sergio Manganelli.  Malagò durante l’incontro ha espresso grande soddisfazione ed interesse per la realizzazione del mondiale, il primo della storia di questo sport, organizzato dalla Federazione italiana giochi e sport tradizionali affiliata al Coni insieme alla Asd Gruppo Fiondatori di Gualdo Tadino con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino, dell‘Ente Giochi de le Porte e della Regione dell’Umbria.

“Essere qui oggi a Roma – hanno dichiarato il Gruppo Fiondatori Gualdo Tadino - per presentare al Coni il Campionato Mondiale di Tiro con la Fionda ed essere ricevuti dal Presidente Malagò è un sogno che si avvera. Solo qualche anni fa tutto questo sembrava impossibile invece adesso tutto questo è diventato realtà. Siamo entusiasti per avere l’opportunità di organizzare un’iniziativa di questo livello. Gualdo Tadino a giugno diventerà la capitale di questa specialità con circa duecentocinquanta partecipanti che arriveranno da circa venti nazioni differenti”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

Torna su
PerugiaToday è in caricamento