Frosinone-Perugia 2 a 1 - Il Grifo battutto dai laziali in grande spolvero: in goal Faraoni

Battuta d'arresto amara per i biancorossi che dopo 3 successi consecutivi cadono contro una rivale per i playoff: Camplone ha rischiato facendo turnover e mandando in campo alcuni giocatori che per svariate ragioni stanno giocando ampiamente sotto le attese di inizio stagione (vedi Vinicius e Taddei)

Dopo tre belle vittorie il Perugia cade 2-1 al “Matusa” di Frosinone e lo fa sfornando una prestazione tutt’altro che indimenticabile. Camplone conferma il 3-5-2 ma a sorpresa lascia fuori dallo schieramento iniziale Matteo Ardemagni – autore di due reti negli ultimi due incontri – in favore di Falcinelli, e inserisce Vinicius al posto dell’acciaccato Crescenzi. Turno di riposo, ampiamente annunciato alla vigilia, anche per il regista della squadra Marco Fossati, sostituito dal primo minuto da Taddei. Stellone torna invece alle origini: 4-4-2 con i due ex, Russo e Daniel Ciofani, che rientrano nella formazione titolare. 

In avvio è il Frosinone a fare la partita: al 5’ il n.9 ciociaro reclama un calcio di rigore per una trattenuta in area di Giacomazzi, ma l’arbitro non ravvisa nulla e lascia proseguire. Al 10’ si fa vivo il Perugia: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Goldaniga si ritrova il pallone tra i piedi e tenta la conclusione, Blanchard è però bravo a opporsi. Passano altri 5 minuti e i padroni di casa trovano la rete: Giacomazzi sbaglia in fase di impostazione e regala la sfera a Dionisi che si sbarazza facilmente dell’uruguaiano, rientra sul sinistro e, grazie alla deviazione di Goldaniga, supera Koprivec. 

La reazione del Grifo tarda ad arrivare: al 29’ ci prova Taddei dalla lunga distanza ma il suo tiro non centra la porta di Zappino. Il Frosinone cerca subito di chiudere i giochi con Soddimo che controlla in area e calcia di prima intenzione, Koprivec è attento e non si lascia sorprendere. Primo tempo che si chiude senza grandi fiammate da parte dei biancorossi: i Leoni sono passati in vantaggio e con un gioco molto rude hanno mantenuto il vantaggio senza andare mai in difficoltà.

La squadra di Camplone ha bisogno di una scossa ma è il Frosinone a sfiorare nuovamente il raddoppio a inizio ripresa con l’ex Ciofani che conclude di poco a lato. Finalmente si sveglia il Perugia con una bella combinazione in area tra Falcinelli e Rizzo: il centrocampista ex Reggina riceve e lascia andare una gran botta, Zappino respinge. L’allenatore biancorosso alza il baricentro della propria squadra, così facendo lascia però scoperto il fianco ai contropiedi e ai tentativi di imbucata degli avversari: su uno di questi nasce la chance del K.O. per Soddimo, che per fortuna del Perugia tira debolmente tra le mani di Koprivec. 

Intorno all’ora di gioco iniziativa dei Grifoni con Rizzo che si libera sull’out di destra, crossa basso in favore di Verre che anticipa tutti e indirizza verso la porta, ma una deviazione di un difensore gialloblù salva i padroni di casa. Camplone tenta allora la carta Ardemagni al posto di un evanescente Fabinho. 

Il Frosinone non si lascia intimorire e risponde in contropiede: Dionisi supera senza fatica Goldaniga e serve alla perfezione Carlini che va alla battuta al volo e colpisce il palo. Brivido enorme per gli umbri che però sono più vivi rispetto ai primi 45’ di gioco: si va subito dall’altra parte del campo con Rizzo che sfrutta un pallone lisciato da Faraoni e cerca l’angolo basso, ma Zappino blocca a terra senza fatica. Camplone si mette le mani nei capelli perché sa che il Perugia sta rischiando molto senza però riuscire a concretizzare la buona mole di gioco creata nel secondo tempo. E alla fine i frusinati approfittano dal tanto spazio lasciato dagli ospiti: minuto 78, Dionisi si trasforma in assistman e lancia il neo entrato Frara che tutto indisturbato si invola verso la porta e con un bel tocco sul primo palo supera Koprivec. 

Sembra finita ma il Grifo non molla: a 6 minuti dal 90’, angolo dalla sinistra, si accende una gran mischia con il pallone che sbuca sul secondo palo ed è lesto Faraoni ad anticipare tutti e mettere dentro l’1-2. Ci sarebbero ancora una manciata di minuti per cercare di rimettere tutto in parità ma il Perugia non ha più forze e il Frosinone si chiude bene fino al termine dell’incontro. 

Battuta d’arresto amara per i biancorossi che dopo 3 successi consecutivi cadono contro una rivale per i playoff: Camplone ha rischiato facendo turnover e mandando in campo alcuni giocatori che per svariate ragioni stanno giocando ampiamente sotto le attese di inizio stagione (vedi Vinicius e Taddei). L’azzardo non ha pagato e la differenza a livello di gioco rispetto a tre giorni fa è stata evidente. Sabato i Grifoni dovranno necessariamente riprendere la propria marcia: al “Curi” arriverà infatti il Lanciano, altra formazione alla ricerca di un posto tra le grandi della serie B.

FROSINONE-PERUGIA 2-1 (1-0)

FROSINONE (4-4-2): Zappino; M. Ciofani, Blanchard, Russo, Crivello; Paganini (1’st Carlini), Gucher (44’st Sammarco), Gori, Soddimo (26’st Frara); Dionisi, D. Ciofani. A disp.: Pigliacelli, Santana, Cosic, Fraiz Santamaria, Lupoli, Pamic. All.: Roberto Stellone.

PERUGIA (3-5-2): Koprivec; Goldaniga, Giacomazzi (1’st Baldan), Comotto; Faraoni, Rizzo, Taddei, Verre (37’st Parigini), Vinicius; Fabinho (16’st Ardemagni), Falcinelli. A disp.: Amelia, Lo Porto, Nielsen, Nicco, Crescenzi, Fossati. All.: Andrea Camplone. 

ARBITRO: Maresca di Napoli (Peretti di Verona – Santoro di Catania).

MARCATORI: 15’pt Dionisi (F), 33’st Frara (F), 39’st Faraoni (P).

NOTE – Ammoniti: 24’pt Gori (F), 25’pt Soddimo (F), Rizzo (P), 45’pt Vinicius, 29’st Zappino (F), 48’st Taddei (P). Recupero: 1’; 4’. Spettatori: 522 da Perugia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento