Coronavirus, la quarantena di Goretti: "Il Perugia stava diventando squadra. Cosmi? È l'uomo giusto..."

Il responsabile dell'area tecnica tra passato recente e futuro prossimo: "Il calcio può ripartire solo ragionando di sistema e senza egoismi. Il lavoro del mister stava dando i suoi frutti, quello di Santopadre ci consentirà di fronteggiare la crisi economica"

In attesa che lo faccia l'Italia, bloccata in quarantena fino al 3 maggio in quarantena per l'emergenza coronavirus, Roberto Goretti ha già iniziato la sua personale 'Fase 2': "All'inizio ho approfittato per fare un po' di 'vacanza', per un po' ho staccato e aprofittato per stare con i miei figli come non riuscivo a fare da tempo - racconta il responsabile dell'area tecnica del Perugia -. Dopo 10-15 giorni però ho iniziato a riprendere un po' il filo, a leggere e a studiare".

GRIFONERIE Rifondare il Perugia copiando l’Atalanta? Un'idea per Santopadre, Goretti e Cosmi

C'è da capire come il calcio uscirà da questo 'tsunami', con molte società che lanciano il loro grido di allarme e lo stesso presidente biancorosso Massimiliano Santopadre preoccupato per il futuro: "Non ho il polso totale della situazione amministrativa - continua Goretti - ma posso dire che il Perugia è ormai da anni una società virtuosa. Questo grazie al lavoro del presidente che ha trasformato il club in un'azienda, un lavoro che consentirà di tamponare le perdite. Ci saranno società che andranno più in difficoltà e altre meno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Continua a leggere l'articolo >>>

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 luglio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento