Coppa Italia, Perugia-Brescia 2-1: le pagelle. Carraro dirige, Fernandes delizia il Curi. E Kouan...

Bene i giovani: ottime le prove del regista, del fantasista spagnolo e dell'ivoriano. A cambiare la gara sono stati però gli ingressi di Melchiorri e di Buonaiuto, entrambi a segno e corteggiati sul mercato

Le pagelle dei grifoni dopo il successo del Perugia, che nel terzo turno di Coppa Italia ha battuto 2-1 il Brescia ai tempi supplementari. Decisivi due 'uomini mercato' dei giorni passati: l'attaccante Melchiorri e il fantasista Buonaiuto, le cui possibilità di restare al Grifo sono ora in rialzo dopo le rispettive reti segnate alle 'rondinelle'.

Il tabellone della Coppa Italia

VICARIO 6 L'unica vera parata nel finale di primo tempo su Spalek che era però partito in fuorigioco. Incolpevole sul gol di Donnarumma, non viene mai impegnato davvero ma viene comunque ripreso da Oddo quando rinvia lungo invece di ricominciare l'azione dal basso.

ROSI 6 Gara tosta e di sostanza, il nuovo capitano del Grifo spinge poco e commette qualche imprecisione ma non molla mai. E nel finale dei supplementari si sacrifica 'spendendo' il rosso per fermare Aye lanciato a rete.

GYOMBER 6 Leader della difesa, guida il più giovane Sgarbi e copre ogni falla. Commette un solo errore ma costa caro, quando si fa sorprendere dal  rimpallo che porta poi alla rete di Donnarumma.

SGARBI 6 Match-winner nel turno precedente contro la Triestina, Oddo lo conferma tra i titolari con il nuovo acquisto Angella in panchina. Lui ripaga il tecnico con un'altra prestazione di livello, come quella di Gyomber macchiata però da un solo errore 'pesante': è infatti lui a provocare il vantaggio bresciano perdendo palla al limite nel tentativo di uscire in dribbling.

DI CHIARA 6 Fisico e personalità per il terzino tornato dal Benevento, che contro avversari di Serie A limita le sue discese concentrandosi soprattutto sulla fase difensiva. Quando attacca però lo fa sempre con qualità, sfruttando il suo mancino sui cross e sui calci da fermo.

FALZERANO 5,5 Pimpante in avvio, quando fa da collegamento tra Rosi e Fernandes sulla catena di destra, si perde con il passare dei minuti soffrendo la fisicità dei centrocampisti bresciani. Nella ripresa cala anche fisicamente e Oddo lo sostituisce (dall'11'st KOUAN 6,5 Tecnicamente e tatticamente è ancora acerbo ma non gli mancano grinta, coraggio e corsa. Il suo ingresso rianima il centrocampo e con la sua 'fame' sta pian piano guadagnandosi la considerazione del nuovo tecnico).

CARRARO 6,5 Il regista scuola Inter sfodera una grande prestazione, fatta di geometrie e giocate forse poco appariscenti ma fatte sempre con i tempi giusti e un lavoro preziosissimo anche in fase di interdizione. Il migliore dei tre centrocampisti titolari.

DRAGOMIR 6 In affanno e poco lucido per gran parte della partita, sale in cattedra nel finale: dai suoi piedi parte infatti il passaggio per Iemmello da cui parte l'azione che porta poi al gol del pari. Nei supplementari lotta con i compagni per difendere il risultato prima di uscire tra gli applausi (dall'8'sts RANOCCHIA SV). 

CAPONE 5,5 Colpi di alta scuola e ottima tecnica ma poca continuità per l'esterno arrivato dall'Atalanta, che sembra ancora alla ricerca della posizione migliore nello scacchiere di Oddo. (dal 15'st BUONAIUTO 7 Ha rifiutato l'Entella per restare al Grifo e il suo ingresso, insieme a quello di Melchiorri, cambia le sorti del match. Nel ruolo di trequartista scherma un Tonali fin lì troppo libero di agire e dà vivacità all'attacco. Suo poi il gol della qualificazione, segnato con un gran destro dalla distanza nel primo tempo supplementare.

FERNANDES 6,5 Lo spagnolo è il nuovo beniamino del Curi, che resta col fiato sospeso ogni volta che il pallone passa dai suoi piedi. Finte e sterzate accompagnate da cattiveria agonistica, dribbling e grandi giocate al volo oltre al sinistro a fil di palo del primo tempo: altra prestazione di livello per il baby arrivato dal City. (dal 32'st MELCHIORRI 6,5 Subito pericoloso di testa, riporta poi il Grifo in corsa pareggiando nel recupero quando supera in due tempi Joronen da distanza ravvicinata. E nei supplementari sfrutta bene la sua freschezza e la sua intelligenza tattica, dimostrando quanto sarebbe preziosa una sua conferma).

IEMMELLO 6 Lasciato solo tra i due centrali bresciani per un'ora, nella ripresa si divora il gol del pareggio a tu per tu con Joronen (62'), si fa perdonare servendo nel recupero a Melchiorri la palla del pareggio. Con l'ex Cagliari al suo fianco e Buonaiuto a supporto poi, chiude in crescendo anche lui.

ALL. ODDO 6,5 Conferma squadra e modulo del match vinto contro la Triestina, ma con il più quotato Brescia il 4-3-2-1 non gira al meglio anche se il Perugia lotta e prova a giocare. Nella ripresa così il tecnico corre ai ripari, indovina i cambi e passa al 4-3-1-2 ribaltando le 'Rondinelle'. Secondo successo di fila al Curi e qualificazione per l'ex campione del mondo, che ora aspetta il Chievo domenica 25 agosto per il debutto in campionato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento