Coppa Italia, le pagelle di Napoli-Perugia 2-0: Falcinelli rigenerato, male Iemmello e Buonaiuto

'Dieguito' lotta e sfiora il gol, mentre 'Re Pietro' causa il secondo rigore azzurro e prima del riposo sbaglia quello che avrebbe potuto riaprire la partita. Fallito l'esperimento fatto da Cosmi con il fantasista, schierato nel ruolo di mezzala, ma regge la difesa guidata da Gyomber

Le pagelle del Perugia dopo il match perso 2-0 al 'San Paolo' contro il Napoli, che era valido per gli ottavi di finale della Coppa Italia.

FULIGNATI 6 Inizio da incubo per il portiere che era stato l'eroe della qualificazione con il Sassuolo: prima un'uscita a vuoto con Manolas che lo grazia, poi i due rigori di Insigne che lo spiazza in entrambe le occasioni pur cambiando l'angolo di tiro. Non si abbatte e nella ripresa strappa la sufficienza chiudendo la porta due volte a Elmas.

VIDEO Oltre 600 i tifosi del Grifo al 'San Paolo'

SGARBI 6 Con Llorente unico punto di riferimento avanzato i pericoli vengono soprattutto dagli inserimenti dei centrocampisti e degli esterni azzurri, ma lui fa buona guardia in area e alla fine la difesa regge, con Fulignati battuto due volte ma solo dal dischetto.

GYOMBER 6,5 Leader della difesa, combatte con grinta e determinazione guidando i due compagni ai suoi lati. Nella ripresa è anche grazie a lui e alle sue chiusura se il Grifo riesce ad alzare il baricentro, sempre puntuale e pulito si prende un giallo nella ripresa ma per proteste.

FALASCO 6 Come Sgarbi presidia bene l'area guidato da Gyomber e non commette errori. Nella ripresa prova invano il sinistro dal limite senza però inquadrare la porta.

Esodo biancorosso: oltre 600 i tifosi del Grifo al 'San Paolo'

ROSI 5,5 Insigne non è un cliente comodo nemmeno per un capitano della sua esperienza e soffre come è normale che sia soprattutto nel primo tempo. Costretto a pensare soprattutto alla fase difensiva, spinge poco e nell'unica occasione in cui gli riesce, nella ripresa, mette una gran palla sulla testa di Falcinelli che sfiora il palo.

FALZERANO 6 Schierato anche da Cosmi nel ruolo di mezzala come gli succedeva con Oddo, è il migliore del centrocampo perugino. Corsa, strappi e interdizione per il motorino biancorosso che non molla fino al triplice fischio finale.

CARRARO 5,5 Elegante ma troppo compassato e statico, soprattutto con due mezzali 'leggere' ai suoi lati come Buoinaiuto e Falzerano, il mediano biancorosso viene quasi sempre 'messo a giro' dai centrocampisti azzurri. (dal 71' KONATE 6 Classe '99, fa il suo debutto assoluto in Coppa Italia nel finale di gara e, complice un Napoli in gestione, non sfigura mostrandosi tosto e coraggioso).

FOTO Cosmi torna al Grifo, tifosi scatenati: entusiasmo e ironie sui social

BUONAIUTO 5 Tornato dalle feste con una chioma biondo platino, il folletto napoletano fatica a trovare posizione e tempi di gioco mostrandosi a disagio nel ruolo di mezzala in cui lo schiera Cosmi. Nella ripresa bel 'coast to coast' in contropiede ma è poi troppo egoista e calcia debolmente in porta invece di servire Iemmello libero alla sua sinistra, 'convincendo' così Cosmi a cambiarlo (dal 55' DRAGOMIR 5,5 Il suo inserimento ridà equilibrio al Grifo, che si ritrova un palleggiatore in più in mediana, anche se il rumeno si limita a svolgere il 'compitino' senza mai rischiare o trovare il guizzo).

NZITA 5 Ormai 'promosso' titolare dopo l'infortunio di Di Chiara, nel primo tempo Lozano lo fa impazzire. Rischia di volte il fallo da rigore sul messicano, che alla fine lo ottiene dopo il contatto più dubbio. Nella ripresa il Napoli si limita a gestire il doppio vantaggio e lui torna a respirare, senza però riuscire a farsi sentire in fase di spinta.

FALCINELLI 6 Rilanciato tra i titolari da Cosmi, perugino come lui, si mostra subito in palla e determinato. In avvio manda al tiro Iemmello (7'), lotta e combatte trovando anche il rigore con un cross deviato col braccio da Hysai. E nella ripresa è lui a sfiorare il gol di testa con una bella torsione su cross di Rosi.

IEMMELLO 5 Giornata da dimenticare per 'Re Pietro', che con un tocco di braccio causa il secondo rigore in favore del Napoli e prima del riposo si fa invece ipnotizzare da Ospina, sbagliando il suo primo penalty stagionale dopo i 7 su 7 realizzati in campionato (dal 62' MELCHIORRI 5,5 Con la squadra sotto di due reti cerca di dare una scossa, ma il suo unico tiro viene murato da Di Lorenzo).

Cosmi e il mercato: "Rajkovic sfumato? Meglio così..."

ALL. COSMI 6 Rispolvera il 3-5-2 che fu suo 'marchio di fabbrica' nell'era Gaucci e nonostante l'emergenza si presenta al 'San Paolo' con un Grifo che lotta e alla fine esce dal campo a testa alta nel giorno del suo 'nuovo' debutto in biancorosso. Fallito almeno per il momento l'esperimento di Buonaiuto mezzala (troppo leggero il centrocampo con lui insieme allo statico Carraro e a un esterno 'adattato' come Falzerano), nella ripresa con i cambi ridà equilibrio alla squadra che sostiene fino al triplice fischio finale proprio come i 650 tifosi perugini presenti nel settore ospiti. La squadra ha dimostrato comunque voglia e coraggio e ora fa rotta sulla trasferta di campionato a Verona (sabato 18 gennaio, ore 18), dove conta di recuperare Mazzocchi, Capone e Nicolussi per la sfida contro il Chievo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 2 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento