Brescia Gubbio 2-2 | Rossoblù raggiunti nel finale

Un grande Gubbio va due volte in vantaggio al Rigamonti. Nel primo tempo Scaglia risponde a Cottafava. Salamon nel finale pareggia la rete di Bazzoffia. Umbri a quota 4 in classifica

In molti si sarebbero aspettati un match di sola sofferenza per i lupi nella tana del Brescia secondo in classifica. Al Rigamonti, invece, è andato in scena il Gubbio che non ti aspetti. Deciso ed intraprendente fin dall’inizio. In casa rossoblù, dunque, non è eccessivo parlare di 3 punti persi. Gli ospiti sono passati due volte in vantaggio, e la seconda volta sono stati ripresi solamente all’88’, a partita quasi conclusa. Rimane forse un pò di rammarico proprio per l’azione che ha portato al secondo gol dei lombardi, dove la retroguardia eugubina è apparsa impreparata. Pur restando ancora vuota la casella delle vittorie, il Gubbio può e deve guardare al futuro con fiducia. Le prestazione della squadra vanno in crescendo e, con quella del Rigamonti, è arriva la quarta gara consecutiva senza sconfitte.

IL MATCH – I primi minuti di gara sono una lieta sorpresa per i tifosi rossoblù. Il Gubbio gioca, infatti, con disinvoltura, facendo soffrire i più quotati avversari. La partita si accende nel finale di primo tempo. Al 36’ l’infortunato Martina Rini cede il posto a El Kaddouri che dal campo assiste subito al meritato vantaggio ospite (38’). L’azione parte da calcio d’angolo, il pallone finisce sui piedi di Cottafava che scarica di potenza sotto la traversa. Il vantaggio dura, però, pochi minuti. Intorno al 40’ l’arbitro vede un fallo di Benedetti su El Kaddouri e fischia la punizione. L’esecuzione mancina di Scaglia è perfetta e la palla si infila nell’angolo basso a sinistra: 1-1 al 43’. Ad inizio ripresa Pecchia butta nella mischia Giannetti per Ragatzu. Nel Brescia Dallamano lascia il posto a Zambelli. Al 53’ Donnarumma mette in angolo una punizione di El Kaddouri. Ma gli ospiti non sembrano aver perso la verve dei primi 45’ e al 63’ ammutoliscono nuovamente il Rigamonti. Bazzoffia si invola sulla destra, salta Berardi e mette in mezzo, De Maio scivola liberando Giannetti che grazia, però, gli avversari; la palla finisce a Bazzoffia che di testa insacca alle spalle di Arcari. Scienza cerca di scuotere i suoi inserendo Jonathas per Juan Antonio. La reazione dei padroni di casa non arriva. Anzi, sarebbe il Gubbio a chiudere il match se De Maio non mettesse una pezza su Giannetti. Quando tutto sembra perduto i padroni di casa acciuffano il pareggio. Mancano 2’ al 90’ e, su assist di El Kaddouri, Salamon di tesata castiga la retroguardia umbra per il definitivo 2-2.

LA SVOLTA – Il colpo di coda firmato dal duo El Kaddouri-Salamon decide il risultato e nega al Gubbio una vittoria quasi certa

TABELLINO –

Brescia (4-3-1-2): 1 Arcari, 37 Berardi, 21 De Maio, 6 Magli, 23 Dallamano (58’ Zambelli), 4 Martina Rini (36’ El Kaddouri), 14 Salamon, 8 Vass, 17 Scaglia, 29 Juan Antonio (69’ Jonathas), 11 Fecsezin. All. Scienza.

Gubbio (4-2-3-1): Donnarumma, 33 Caracciolo, 13 Benedetti 77 Cottafava, 8 Sandreani, Farina (73’ Briganti), 14 Lunardini (69’ Almici), 20 Bazzoffia, 10 Raggio Garibaldi, 30 Ragatzu (54’ Giannetti), 19 Mendicino. All. Pecchia.

Marcatori: 38’ Cottafava (G), 43’ Scaglia (B), 63’ st Bazzoffia (G), 88’ Salamon (B).

Ammoniti: Benedetti (G), Bazzoffia (G), Lunardini (G), Caracciolo (G).

Arbitro: Angelo Cervellera.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • LA VIGNETTA di Giuseppe Pellegrini. Il Frecciarossa parte seconda: l'orario infernale!

  • Incidente lungo la E45, 23enne in gravissime condizioni: è in prognosi riservata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento