Calcio violento: spintona l'arbitro dopo l'ammonizione da rosso, sei giornate di squalifica

Multate molte società per comportamenti irriguardosi nei confronti del direttore di gare. A Nocera Umbra arbitro lasciato nello spogliatoio freddo e senza acqua calda

La violenza verbale nei confronti dell’arbitro nelle partite dei campionati minori in Umbria è una costante. Ogni settimana il giudice sportivo Marco Brusco commina inibizioni e giornate di squalifica per comportamenti offensivi ed irriguardosi del pubblico, dei dirigenti, degli allenatori e dei giocatori nei confronti del direttore di gara. Sanzionate anche le società per diversi motivi.

Nel campionato Promozione ammenda di 100 euro al Massa Martana “perché un sostenitore lanciava un pallone all'interno del terreno di giuoco per bloccare un’azione pericolosa della squadra avversaria”.

Nel campionato Prima Categoria sono state inflitte sei giornate di squalifica ad un calciatore dell’Olimpia Pantalla “per aver spintonato l’arbitro dopo l'esibizione del cartellino rosso”.

In Seconda Categoria ammenda di 250 euro al Fabro “per comportamento offensivo ed irriguardoso del pubblico nei confronti del direttore di gara. Inoltre per comportamento minaccioso nei confronti dei tesserati della squadra avversaria”.

Nel campionato Juniores Under 19 Regionali A2 è stata comminata una multa di 160 euro all’Atletico Gubbio “per comportamento offensivo e minaccioso del pubblico di casa nei confronti del direttore di gara”.

Trenta euro di ammenda al Nocera Umbra “per mancanza di acqua calda e spogliatoio completamente freddo del direttore di gara”.

Il Todi calcio, invece, dovrà “risarcire i danni arrecati dai propri tesserati alle strutture dello spogliatoio della squadra ospite”.

Ammenda di 120 euro alla C4 a.s.d. “per presenza di un estraneo riconducibile ad un calciatore della squadra ospite che rivolgeva frasi provocatorie nei confronti del direttore di gara all'interno del recinto spogliatoi”.

Nel campionato Under 15 Regionale A2 è stata elevata una multa di 100 euro alla Vigor Gualdo-Bastardo “perché al termine della gara, persone non meglio identificate, comunque riconducibili alla società ospitante, aggredivano verbalmente un giocatore della squadra avversaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

Torna su
PerugiaToday è in caricamento