← Tutte le segnalazioni

Disservizi

La differenziata porta a porta non è uguale per tutti: penalizzati chi vive nei condomini in periferia

Mappa
Via Raniero Gigliarelli · Fontivegge

Bellissima iniziativa ottimo differenziare!!! C'è però un problema di fondo nei condomini con più di 4 utenze , le multe effettuate per errori nel conferimento, che possono arrivare fino a 500 euro vengono addebitate all'intero condominio e non al singolo. cosicché chi abita in un condominio deve necessariamente pagare per gli errori degli altri, senza possibilità di opporsi.

Con il nuovo sistema il servizio pagato dal singolo contribuente che abita in un condominio fuori dal centro storico, da carattere personale diventa aggregato, quindi visto che l'obbiettivo dichiarato è quello di far pagare la tariffazione puntuale, ( chi più immondizia produce più paga), cosa giusta e legittima, come può essere possibile se l'utenza è aggregata? ciò non avverrà. Come si riconosce il singolo virtuoso dal menefreghista? Semplicemente non sarà possibile. Sarà infatti conteggiato il consumo complessivo, vanificando di fatto tutti i buoni obbiettivi proposti, la riduzione della tassa per il cittadino diligente e l'incremento per il "distratto", il metodo meritocratico se così si può chiamare.

In centro storico dove vi sono condomini con più di 4 utenze il servizio viene svolto con singoli mastelli (quelli che si vedono all'inizio del filmato propagandistico) il metodo usato è proprio quello meritocratico, come è giusto che sia visto che si tratta di una tassa pagata dalla singola utenza.

Ora mi domando perché chi abita nella prima periferia non ha lo stesso trattamento pagando la stessa tassa? Chi abita in un immobile con solo 4 unità perché ha un trattamento differente da chi abita in un condominio? Di certo paga la tassa con gli stessi parametri pertanto a mio parere tutti dovrebbero avere lo stesso trattamento . Infine come mai il servizio non prevede immediato sconto per i servizi che non verranno più effettuati, come il lavaggio dei cassonetti stradali ?

L'obbligatorietà del posizionamento dei cassonetti all'interno della proprietà condominiale ridurrà i pochi posti auto presenti,per chi li ha, per non parlare delle esalazioni del cassonetto dell'umido e del secco residuo ( dove vanno buttati i pannolini) per gli abitanti dei primi piani. Si è pensato all'aumento dei costi condominiali per tale servizio?

Essendoci l'obbligatorietà di posizionamento dei contenitori da zona privata a zona pubblica e viceversa in giorni e orari stabiliti nonché il loro lavaggio, dovranno essere incaricate ditte apposite, non potendo essere questo demandato alla buona volontà del singolo condomino come ad esempio agli anziani.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

  • Segnalazioni

    Mercedesz Henger a Perugia ospite per una festa in enoteca a Castel del Piano

  • Cronaca

    LA SEGNALAZIONE Finti delegati Enel si aggirano in città, occhio alla truffa!

  • Sport

    Ginnastica Ritmica. La Fortebraccio vicina all’impresa: per pochi punti è sfumata la serie A

  • Segnalazioni

    La denuncia - Lavori in corso all'interno dell'aeroporto di Perugia... ma tutto non va come dovrebbe

Torna su
PerugiaToday è in caricamento