I ragazzi che tornano a scuola hanno bisogno di un'alimentazione varia

Seguire sempre le esigenze dei bambini già a partire dalla colazione. Inoltre, proteine a pranzo e carboidrati a cena

"Uno non può pensare bene, dormire bene, amare bene se non ha mangiato bene", diceva Virginia Woolf e neanche studiare bene aggiungeremmo noi. Qual è la dieta giusta dei ragazzi che tornano a scuola? I consigli e i suggerimenti della dottoressa Federica Marchese, biologo nutrizionista.

Dalla colazione alla merenda ogni bambino ha una sua esigenza

Partiamo dalla colazione. "Ogni bambino ha un'esigenza o un gusto diverso e in base  a questo, in barba al concetto della "merenda sana" che li obbliga a mangiare cose anche non gradite dal loro appetito, si può scegliere se fare una colazione più importante o meno. Se i bambini non hanno fame al mattino non devono essere forzati, pertanto, consiglio in questi casi un bicchiere di latte o una spremuta d'arancia, anche lo yogurt può andare bene. Se invece hanno fame è consigliabile anche una fetta di pane con philadelphia e marmellata, gli sembrerà di mangiare una cheescake. La merenda a scuola "Se hanno fatto una colazione abbondante possono mangiare qualcosa di molto leggero altrimenti una merenda più ricca può essere un panino con il prosciutto o il tonno accompagnato da un po' di verdure o la classica fetta di torta fatta in casa".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A pranzo proteine e a cena carboidrati

Il pranzo. "E' bene tenere a mente che parliamo di bambini in fase di crescita e in questa fase il consumo di proteine è molto importante. Si può scegliere una pasta con i legumi, tenendo ben presente i loro gusti e abbinare un secondo come frittata o mozzarella. Nel caso in cui ai bambini non piacciano i legumi è necessario ingegnarsi, magari utilizzando farine di ceci o di lenticchie e preparare della pasta o una pizza". Spuntino del pomeriggio. "I bambini non hanno il senso del limite. Quando non sono sotto il controllo di un genitore non riescono a dosare le giuste quantità, potrebbero anche mangiare un intero scatolo di merendine. In genere un frutto o uno yougurt sono le merende più consigliate. Bisogna però tenere bene a mente che è importante considerare anche l'attività sportiva del bambino". Cena. " A questo punto è arrivato il momento dei carboidrati. Carne o pesce accompagnati da un panino con insalata e anche qualche salsa per renderlo più gustoso e appetibile. Fonte di carboidrati sono anche le patate con cui le mamme possono sbizzarrirsi per preparare piatti appetitosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

Torna su
PerugiaToday è in caricamento