Alternanza scuola-lavoro, anche Acea apre le porte agli studenti all'insegna della sostenibilità

Coinvolti 500 studenti in quattro regioni: le sedi degli istituti al centro della "missione" eco-friendly dei ragazzi delle classi quarte e quinte

Al via, per il secondo anno consecutivo, il programma di alternanza scuola lavoro “Ideazione- Giovani Correnti Innov@tive per creare valore", un’opportunità per gli studenti di avvicinarsi ai temi della sostenibilità e dell’efficienza energetica, promosso da Acea anche in Umbria. 

Il progetto, nato in collaborazione con Consel – Consorzio Elis, ha l’obiettivo di attivare uno scambio virtuoso tra scuola e azienda. L’iniziativa, volta a favorire la crescita di una nuova generazione più consapevole e attenta ai temi della sostenibilità, offre un percorso educativo didattico che promuove non solo le conoscenze tecnico-scientifiche ma stimola anche l’interesse e la motivazione dei ragazzi che, con le loro idee, possono diventare motore di innovazione sociale, economica e ambientale.

Il programma quest’anno ha raddoppiato la platea, offrendo a circa 500 studenti di 12 Istituti tecnico-professionali di Lazio, Toscana, Umbria e Campania, l’opportunità di confrontarsi con i professionisti di Acea. Il progetto prevede per la prima volta la partecipazione degli studenti dell’ultimo anno, nel ruolo di tutor dei loro “colleghi” delle classi quarte e di auditor interni con il compito di verificare l’efficienza energetica dei loro edifici scolastici. Gli studenti di classe quarta, invece, studieranno soluzioni innovative per favorire la trasformazione del loro istituto in un ambiente eco-friendly. Questo nuovo approccio all’iniziativa ben rappresenta lo spirito e l’obiettivo dell’edizione 2019: dare alle scuole, anche con la partecipazione degli studenti, un piano di gestione energetica che possano poi adottare in maniera permanente.

A conclusione del progetto, una giuria formata da esperti della multiutility romana, decreterà il 14 maggio in un incontro che ospiterà alcuni degli studenti che hanno partecipato all’iniziativa, le tre idee vincitrici, una per ogni area di business: acqua, energia, ambiente. Le scuole vincitrici riceveranno un premio in denaro e i team delle classi quarte, che avranno ricevuto l’apprezzamento della giuria, parteciperanno al Summer Camp Acea, in programma a luglio.

Per il gruppo Acea l’iniziativa, realizzata con il contributo degli energy manager e degli esperti di Acea, detti “maestri di mestiere”, rappresenta un’ulteriore occasione per promuovere sui territori in cui opera i valori della sostenibilità. Come nella passata edizione, il programma sarà condiviso e attuato in contemporanea da tutte le società del gruppo (Acea Ambiente, Acea Ato 2, Acea Ato 5, Acea Elabori, Acea Energia, Acea8cento, Areti, Acea Produzione, Acque, Acquedotto del Fiora, Gesesa, Gori e Umbra Acque).

Potrebbe interessarti

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento