Gli umbri voltano pagina: zero sindaci al Pd, Gubbio al dissidente Stirati, al centrodestra Orvieto, Foligno, Bastia e Marsciano

Il centrodestra muscolare filo Salvini porta ben tre donne alla fascia tricolare di tre importanti centri. Gubbio resiste con l'ex socialista Filippo Mario Stirati. Ecco perchè gl umbri hanno voltanto pagina. Tutti risultati

Ancora una volta gli umbri, senza tentennamenti e con una solida maggioranza in crescita, hanno deciso di cambiare cancellando il dominio della sinistra anche in altre roccaforti storicamente rosse ma da troppo tempo immobili a livello economico e prive di nuova visione del futuro.  Hanno deciso di cambare anche dopo l'arroccamento di un consiglio regionale che ha fatto di tutto non per dimettersi, per non cadere dopo le dimissioni della presidente Marini relatve dell'indagine sulla Sanità. Hanno deciso di cambiare anche perchè il poco lavoro presente in Umbria deve andare a chi merita e non a chi ha la tessera di un partito o è un seguace del clan al potere.  

TUTTI I RISULTATI BALLOTTAGGI - GUBBIO, MARSCIANO, BASTIA, FOLIGNO

Hanno scelto il centrodestra più duro, quello a trazione leghista dimostrando che non è vero che in Umbria si vince solo con candidati moderati o provenienti dai salotti del centrosinistra magari in prestito. A Marsciano vince l'avvocata Mele, donna affascinante ma dichiaratamente di destra e leghista. Vince a Foligno Zuccarini, una sorta di Ironman in sede a rotelle, uno da zero compromess, un decisionista puro. Ad Orvieto vince un'altra donna, sempre di destra: Roberto Tardani che ha riportato la coalizione al potere nella sua città.  A Bastia ha vinto Paola Lungarotti espressione centrista appoggiata da Forza, Popolari e civici, Fratelli d'Italia.

Qui moderati e Lega si sono divisi e si guardano in cagnesco . Hanno rischiato di perdere il comune: ma per loro fortuna gi elettori di questa area si sono dimostrati meno litigiosi e individualisti dei propri dirigenti.  A Gubbio il grande sconfitto non è il candidato a sindaco del centrodestra Presciuti Cinti che anzi ha conquistato, rispetto al primo turno, al ballottaggio più voti del sindaco uscente e riconfermato Stirati: qui ha perso senza neanche giocare il Partito Democratico che non è stato in grado di allearsi con nessun movimento civico né con il centrosinistra made in Gubbio.

Gli elettori umbri hanno avuto il coraggio di cambiare anche perchè sono stati convinti - comizi da tutto esaurito - dall'assidua presenza in Umbra del Ministro e leader del Carroccio Matteo Salvini che ha spronato tutti i simpatizzanti a cercare voti per il balottaggio fino alla chiusura dei seggi.  Il centrodestra umbro a trazione leghista comanda tutti i più importanti centri della regione: Perugia, Terni, Orvieto, Marsciano, Umbertide, Spoleto, Bastia Umbra, Foligno, Todi e altri comuni sotto i 15mila abitanti come Norcia, Nocera, Giano dell'Umbria, Tuoro, Cannara, Gualdo Cattaneo, Torgiano, Bettona.   Al centrosinistra sono rimasti Città di Castello, Assisi, Castiglione del Lago, Magione e Passignano. La sinistra, dato questo scenario, perderà anche la Provincia di Perugia quando si tornerà a votare per consigio e presidente (votano sindaci e consiglieri comunali... ora a maggioranza di centrodestra). Ma la battaglia delle battaglie sono le regionali di autunno. La Lega vuole schierare l'ex sindaca di Montefalco, l'attuale senatrice Tesei. Ma siamo solo all'inizio della trattativa.

L'unica certezza è che anche in questo caso il centrodestra si affiderà ad una coalizione composita: Lega, Forza Italia, Fratelli d'italia e si parla di una importante lista civica di cattolici-moderati sul modello di Progetto per Perugia che, con Romizi sindaco, ha raccolto il 15 per cento. In più della partita ci dovrebbe essere il Movimento Civico di Claudio Ricci. A Sinistra? Il Pd dovrà rianimarsi con un candidato nuovo e creare da zero alleati in grado di portare voti. Missione davvero difficile.                                                                                                                                                                                                                                                           

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

  • La favola di Ferragosto: mamma Cristina e il piccolo Lorenzo più forti delle complicazioni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento