Il nuovo rettore Maurizio Oliviero: "L'Università di Perugia sarà ancora più grande"

Tiene l'accordo con Elisei, battuto Cotana al ballottaggio

E' Maurizio Oliviero il nuovo Rettore dell'Università degli Studi di Perugia. L'accordo con Elisei tiene, battuto al ballottaggio lo sfidante Franco Cotana. 

Il vantaggio del professore Ordinario di Diritto Pubblico comparato nel Dipartimento di Giurisprudenza è superiore ai 140 voti. Ha vinto tra il personale amministrativo e ha superato quota 600 con i voti dei professori e degli studenti.

Oliviero nuovo Rettore, i numeri dell'Università di Perugia

Secondo i dati ufficiali dell'Università degli Studi di Perugia Oliviero ha ottenuto 638 voti, Cotana 491. Ventuno le schede nulle, 13 quelle bianche. Sui 2.271 aventi diritto, hanno votato in 1.960. Su 1.176 aventi diritto ai seggi 1 e 2 (997 docenti e 179 studenti), hanno votato in 1.085. Sui 1.095 aventi diritto per i seggi 3 e 4, il personale amministrativo e dirigenziale, hanno votato in 875. "Risultati provvisori in attesa della verifica della Commissione elettorale centrale", specifica l'Ateno. 

VIDEO Università, Maurizio Oliviero è il nuovo rettore: brindisi e abbracci in Rettorato 

Università, la Regione Umbria applaude il nuovo Rettore Oliviero: "Con l'Ateneo consolidata collaborazione sulla sanità"

Oliviero nuovo Rettore, le prime dichiarazioni

Oliviero diventa Rettore al secondo tentativo. Nel 2013 fu battuto da Franco Moriconi, nel 2019 è riuscito a ottenere l'ermellino. Nell'Aula Magna di Palazzo Murena, alle 21.38, scattano l'applauso, gli auguri e congratulazioni al professor Oliviero e i complimenti al secondo classificato, Cotana. “La nostra è una grandissima Università – ha dichiarato il professor Oliviero facendo il suo ingresso in Aula Magna al termine dello scrutinio insieme a Fausto Elisei (segnale, grosso segnale) - e da domani la faremo ancora più grande, lo faremo insieme, in un clima rinnovato. Credo che questo Ateneo abbia una grandissima tradizione, ma avrà anche un grandissimo futuro".

E ancora: "Voglio fare due ringraziamenti – ha aggiunto -. Il primo lo devo alla mia famiglia: provengo da una famiglia che credo abbia fatto tanti sacrifici e i giovani devono vedere in me un esempio di incoraggiamento. Metteteci passione, amore, coraggio: per questa Università, per il nostro Paese, perché i traguardi si raggiungono. Voglio ringraziare, inoltre, gli studenti, il personale, i docenti. Voglio ringraziare tutti, tutti i candidati che sin qui si sono misurati in questa prova: insieme rifaremo ancor più grande questo Ateneo. Ma soprattutto voglio ringraziare il professor Fausto Elisei: tutto ciò è la dimostrazione che da soli si fa molto poco, bisogna imparare a lavorare insieme e noi cominceremo".

Il nuovo Rettore va avanti: "Abbiamo sempre detto che volevamo un’Università migliore, ma per pretendere un’Università migliore dobbiamo essere migliori noi stessi per primi. Con tutta l’onestà, l’onore, la responsabilità, mi rendo conto che di fronte a noi abbiamo una prova importante. Posso farvi una sola promessa – ha concluso il professor Oliviero -: metterò tutto il mio impegno affinché questa Università possa avere gli onori che merita, in Italia e in qualsiasi luogo del mondo. Vi ringrazio tutti".

Elisei, invece, ha sottolineato che "ho contribuito al rinnovamento" e che "inizia ora il lavoro, perché l'Università è una realtà complessa. Sceglieremo le persone più capaci per affrontare le problematicità".

La lunga marcia per il nuovo Rettore

L'8 maggio (mezza eternità fa) si presentarono in 8 al via: Franco Cotana, Fausto Elisei, Fabrizio Figorilli, Claudia Mazzeschi, Maurizio Oliviero, Ambrogio Santambrogio, Elena Stanghellini, Francesco Tei. E il primo turno si concluse così: Oliviero con il 24%, Elisei con il 17%, Cotana con il 15, Mazzeschi all'11%, Figorilli al 10. Tei con l'8%, Santambrogio il 7% e Stanghellini con il 6%. Detto in numeri: Oliviero 277, Elisei 199, Cotana 180, Mazzeschi 125, Figorilli 113, Tei 96, Santambrogio 77, Stangherlini 71. 

Dopo il primo giro, rimasero in tre: Cotana, Elisei e Oliviero. In cinque si ritirarono dalla corsa: Mazzeschi, la quarta in griglia, appoggiò ufficialmente il fisico, gli altri (Figorilli, Santambrogio, Tei, Stangherlini) lasciarono libertà di scelta al proprio elettorato. Al secondo turno, quello del 16 maggio, le urne sancirono il definitivo ballottaggio: 448 voti per Franco Cotana, 248 per Fausto Elisei e 413 per Maurizio Oliviero.

E venne il tempo delle alleanze. L'asse con la Mazzeschi, dichiarato subito dopo il primo turno, mise il turbo a Cotana, che si aggiudicò l'uno contro uno con Oliviero. Elisei, terzo e fuori dalla gara, si alleò con il vecchio avversario del 2013, il professore di giurisprudenza. Sei anni fa, invece, aveva appoggiato Moriconi, che divenne Rettore battendo al fotofinish il giurista. Così videro la luce del sole (è pur sempre politica, anche se accademica) due visioni 'alternative' dell'Università degli Studi di Perugia. 

Si arriva all'oggi, all'hic et nunc. Oliviero batte Cotana e si cuce addosso l'ermellino: è il nuovo Rettore dell'Università degli Studi di Perugia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento