Il Pd del Trasimeno (l'unico vincente) ha detto basta: "Vogliamo il congresso: mai più correnti e segretari calati dall'alto"

Documento dell’Unione intercomunale del Trasimeno, che neanche tanto velatamente parla di assenza di progetto e necessità di nuovi dirigenti

Corciano, Magione, Castiglione del Lago e altri piccoli comuni dell'area del Trasimeno sono ad oggi i comuni dove il Partito Democratico, grazie a sindaci giovani e lavoro sul territorio, non solo ha contenuto le distanze con il centrodestra - alle elezioni nazionali ed europee - ma è anche riuscito a prendersi, senza tanti sforzi, l'amministrazione comunale. Il Pd dell'area del Trasimeno o è la grande speranza di un rilancio del centrosinistra o è l'ultima frontiera. Per non essere l'ultima frontiera dell'impero politico rosso, i segretari sono stati della situazione di stallo a livello regionale dove si segnalano soltanto i consiglieri regionali per attivismo e proposte.

La svolta progettuale, di immagine e di uomini, secondo il Pd lacustre, può passare solo da un congresso vero aperto a tutti gli iscritti, simpatizzanti e i vari settori dell'Umbria. Il sasso nello stagno paludoso - dove a guardia si trova il segretario Verini - è stato lanciato da un ex sindaco, attuale segretario dell’Unione intercomunale del Trasimeno, che neanche tanto velatamente parla di assenza di progetto e necessità di nuovi dirigenti.  

“È necessario - ha spiegato Batino (nella foto) - ridare al Partito democratico dell’Umbria un progetto politico e organi capaci di dare lo slancio necessario per laBatino-2 riconquista della regione partendo dall’immediato insediamento di una commissione congressuale larga e rappresentativa di tutto il partito dell’Umbria a partire dai rappresentanti delle maggiori organizzazioni territoriali, uscendo da logiche personali e di corrente”. Da qui la necessità di superare l'immobilismo attuale, voluto anche da Roma, per dare vita ad un nuovo inizio che non può non passare per un congresso lacrime, sangue e rinascita.  

“Serve un congresso regionale vero e aperto, assolutamente necessario anche a livello nazionale, fondato su un franco confronto di idee sui problemi e sulle possibili risposte ai bisogni e al disagio di molti cittadini, partendo dai congressi di circolo per rifondarlo nei contenuti, nella organizzazione, nei suoi rappresentanti. Attraverso il congresso, prima di tutto, occorre rispondere a un’esigenza di vitale importanza rappresentata dalla definizione di una base di valori, di intenti e di obiettivi comuni nella quale tutti i Democratici umbri possano riconoscersi; bisogna insomma definire una piattaforma di riferimento e non cominciare il lavoro dalla discussione sui possibili candidati alla segreteria che sarebbe auspicabile vedano una separazione tra ruoli istituzionali e politici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insomma basta correnti, capi-corrente, signori delle tessere, vecchi arnesi della politica e soprattutto unico scopo duellare per la poltrona. Serve un progetto per il futuro dell'Umbria e serve subito. "Anche il gruppo dirigente - conclude Batino - del resto non può che essere ricostituito dal basso, partendo dai territori e dai circoli: sarebbe estremamente miope la scelta di calarlo dall’alto su una base che appare ormai stanca e sempre meno disposta ad accettare decisioni verticistiche, senza una vera discussione e un vero dibattito. Solo dalla partecipazione può nascere un Umbria migliore”. Tradotto: mai più un segretario modello Bocci, mai che mai un calato dall'alto come l'attuale Verini. Serve uno affamato, con idee chiare e che sappia sporcarsi le mani... di terra umbra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Maestro di danza muore mentre fa lezione a Santa Maria degli Angeli

Torna su
PerugiaToday è in caricamento