Sbloccati gli assegni per la disabilità, Coletto: "Nuova commissione per potenziare ed estendere l'assistenza"

L'assessore regionale alla sanità, Luca Coletto, ha risposto all'appello del presidente Squarta dopo il blocco per mesi dell'assegno di sollievo. L'annuncio di una nuova commissione

Sblocco dei fondi per coprire gli assegni mancanti di sostegno per le cure dei disabili - non erogati dalla precedente amministrazione regionale - relativi al 2019 (molte famiglie costrette ad indebitarsi per continuare a prendersi cura del proprio caro) e l'istituzione (approvata da fine dicembre) di una nuova commissione di esperti per rivalutare e riassegnare maggiori fondi (e in maniera più equa) per l'assistenza sanitaria. L'assessore alla sanità, Luca Coletto, ha iniziato la sua opera di "revisione" della macchina regionale dopo aver riscontrato, a suo dire, diverse criticità. Coletto ha così risposto all'invito a fare presto (sugli assegni per la disabilità) del presidente dell'assemblea regionale Marco Squarta. 

“Le criticità rilevate dal presidente dell’Assemblea legislativa, Marco Squarta, in merito alle problematiche della disabilità sono condivisibili. Non a caso – ha proseguito l’assessore alla sanità -, è bene sottolineare e comunicare a chi non ne fosse a conoscenza, l’assessorato di mia competenza ha già istituito, con una delibera a fine anno, un’apposita Commissione regionale di esperti che ha il compito di rivalutare e aggiornare, alla luce delle criticità riscontrate e delle novità programmatiche, l’attività di assistenza indiretta in Umbria e di revisionare i criteri e la modulistica, allo scopo di assicurare a tutta la popolazione con disabilità gravissime livelli equi di assistenza. Abbiamo dato il via alla verifica della sperimentazione iniziata tre anni fa e non ancora valutata, per potenziare ed estendere equamente gli interventi". 

 L’assessorato, esaminate nel dettaglio le criticità della gestione del Fondo per la non autosufficienza, si è già attivato per concludere l’annualità 2019 dando disposizioni per un’applicazione univoca dei criteri finora utilizzati in tutti i distretti sanitari. Ora si spera che le somme vengano velocemente "spedite" ai beneficiari che stanno aspettando il vitale contributo da troppo tempo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • Umbria, dal fiume Nera riemerge un cadavere: indagini in corso

  • Schianto tra una moto e una bicicletta: ciclista muore in ospedale

  • Mariano Di Vaio, l'influencer-imprenditore che fattura milioni: nuova sede a Perugia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento