Cresce la legge anti-spreco: cibo, farmaci e prodotti senza glutine alle famiglie in difficoltà

La Legge anti-spreco sugli alimenti, sui prodotti non "alimentari" e sui farmaci, in corso di studio in Terza Commissione a Palazzo Cesaroni,  si arricchisce anche di un altro importante tassello: anche i cibi senza glutine e gli "alimenti a fini medici speciali” e  quelli “senza glutine”. L'emendamento approvato porta la firma del Movimento 5 Stelle. 

La proposta di legge, originata da due diversi atti sullo stesso argomento (presentati dal consigliere Squarta di FDI e dai consiglieri Rometti-SeR e Casciari-PD), vuole ridurre gli sprechi alimentari e la produzione di rifiuti, in conformità ai principi dell'economia circolare, in ciascuna delle fasi di produzione, distribuzione e somministrazione di prodotti, recuperando le eccedenze alimentari, i prodotti non alimentari e quelli farmaceutici e distribuendoli a fini di solidarietà sociale. La norma finanziaria di questo atto sarà predisposta con la presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini, nella prossima seduta di Commissione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento