SPECIALE EUmbria - L’Europa e lo sviluppo delle aree interne dell’Umbria. Cosa sono i GAL? Quanti sono e come funzionano?

La regione Umbria conta attualmente cinque GAL, in particolare: il GAL Alta Umbria, il GAL Media Valle del Tevere, il GAL Trasimeno Orvietano, il GAL Valle Umbra e Sibillini e il GAL Ternano. Il

Articolo realizzato nell’ambito del Progetto FISE- Europe Direct Terni – Comune di Terni – Università di Perugia, con il cofinanziamento della Commissione Europea".

eumbria_logo-3

*************************

L’Europa e lo sviluppo delle aree interne dell’Umbria. Cosa sono i GAL? Quanti sono e comevfunzionano? I GAL (gruppi di azione locale) sono partenariati composti da soggetti pubblici e privati previsti dall’ordinamento dell’Unione europea, sorti per favorire lo sviluppo locale fondato sulla valorizzazione di tutte le potenzialità di un territorio. Essi gestiscono parte degli aiuti previsti nel Programma di sviluppo rurale (PSR) del piano regionale, attraverso interventi in specifici piani di azione locale. Gestiscono inoltre i contributi europei concessi attraverso il Fondo europeo agricolo di orientamento e di garanzia. 

In sintesi, i GAL sono dunque strumenti di programmazione che riuniscono i vari attori dello sviluppo, come sindacati, imprese, comuni ed associazioni di imprenditori.
La regione Umbria conta attualmente cinque GAL, in particolare: il GAL Alta Umbria, il GAL Media Valle del Tevere, il GAL Trasimeno Orvietano, il GAL Valle Umbra e Sibillini e il GAL Ternano. Il GAL Alta Umbria, costituito nel 2002, è una S.r.l. composta da 32 soci rappresentanti delle principali componenti istituzionali, economiche e sociali del territorio. La sede si trova a Gubbio, e l’area interessata è la parte settentrionale della regione. Il Piano di azione locale si concentra sulla creazione di nuove opportunità imprenditoriali e l’accrescimento dell’occupazione, non dimenticando la tutela del paesaggio e delle tipicità locali.

Il GAL Media Valle del Tevere ha sede a Torgiano e comprende il territorio centrale della regione, comprensivo del comune di Perugia. Il GAL è stato costituito nel 1994 e le finalità sono riconducibili all’attuazione delle Iniziative Comunitarie LEADER, un Programma con il fine di promuovere lo sviluppo integrato, endogeno e sostenibile delle aree rurali.

Anche il GAL Trasimeno Orvietano nasce nel 1994; la sede è situata a Città della Pieve e la propria area di intervento è caratterizzata dal bacino del Lago Trasimeno. Il Piano di azione lavora per migliorare la qualitàdella vita della popolazione mediante l’identificazione con la componente naturalistica. Il GAL Valle Umbra e Sibillini, nato nel 2002, ha sede a Foligno e comprende nel suo territorio 23 comuni della Dorsale Appenninica meridionale dell’Umbria. Il Piano di azione locale ha l’ambizione di recuperare, e di valorizzare, le peculiarità del territorio e il potenziamento dei servizi volti a sviluppare il turismo.

Troviamo infine il GAL Ternano, costituito nel 2000 con sede a Terni, che orienta le proprie iniziative a sostenere lo sviluppo socioeconomico e territoriale dell’area. Il suo Piano di azione ha l’obiettivo di sviluppare il patrimonio delle produzioni locali, la valorizzazione dell’ambiente e il sostegno delle attività turistiche artigianali.7

TUTTI GLI ARTICOLI DELL'INSERTO EUmbria "L'Europa a casa tua"

  1. Fondo Europeo per l'Agricoltura, il bilancio è positivo. "Occasione fondamentale per il settore agroalimentare regionale"

  2. EUROPEE 2019: Rischio manipolazioni e fake-news anche in Umbria? Un’indagine UE fa salire il sospetto...

  3. Università, Ospedale ed Europa insieme per trovare una cura alle malattie rare

  4. L'Umbria sognava l'Europa Unita da San Benedetto e la Ue sostiene la nostra regione

  5.  Il presidente della Bce Draghi parla di prosperità europea. Quale futuro per l’Umbria?

  6. L’Europa in soccorso di Babbo Natale: più sicurezza nei regali sotto l’albero

  7. 112 e Galileo: i nuovi metodi europei per il soccorso dei cittadini. La “centrale unica di risposta” Umbria - Marche

  8. Cosa fa l’Europa per l’Umbria? Fondi per lavoro, sviluppo, ricerca e welfare, la mappa degli interventi

  9. Sviluppumbria: ecco i nuovi quattro bandi per favorire l’internazionalizzazione delle imprese

  10. L’Europa punta sui giovani: “Parlamento degli under 30” anche in Umbria“

  11. I bandi EU pro start-Up . “Materialuce”, ecco un esempio umbro“

  12. L’Europa ascolta i cittadini sulle strategie: ecco come dialogare online

  13. Rafforzata la cybersicurezza: più protezione cittadini e minori costi per imprese

  14. Made in Umbria o Fake made in Umbria? Coldiretti smaschera le imitazioni

  15. Pioggia di fondi dall'Europa per rilanciare artigianato e micro-imprese: il bando

  16. L’Europa e lo sviluppo delle aree interne dell’Umbria. Cosa sono i GAL? Quanti sono e come funzionano?“
     

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Tutto quello che non sapete sulle piante grasse e i benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Tragedia all'alba, donna di 46 anni muore sotto al treno: indagini in corso

  • Elicottero in volo a bassa quota in Umbria, così Enel controlla le linee elettriche

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento