Torna a casa Barberini: dopo l'aventino si riprende il "posticino". Chi comanda è la Marini

Tanto rumore per nulla. Dopo le dimissioni è tornato eppure erano state dette parole di fuoco. Alla fine ha stravinto la Marini che è andata avanti per conto suo e più volte aveva invitato il folignate a ripensarci...

E' tornato a casa. Inevitabile. Scontato. Anzi troppo a lungo è durata questa fiction che solo nei primi giorni di crisi ha fatto tremare il centrosinistra al governo della Regione. Catiuscia Marini ha ridato l'incarico da assessore al ribelle e presunto innovatore - se ne era andato per via delle nomine sulla sanità non concordate - Luca Barberini. Stavolta il folignate recordman di preferenze lo ha accettato. E via con la foto di rito: tutti insieme appassionatamente.  

“Anche facendo seguito alla positiva riunione del Gruppo consiliare del Pd – ha detto la presidente a margine della firma - ho ritenuto importante che la Giunta regionale dell’Umbria riassumesse la piena funzionalità così come individuata a giugno 2015. Ho quindi provveduto al conferimento delle deleghe all’assessore Luca Barberini con decorrenza da domani 30 giugno 2016. Lunedì prossimo è già in calendario una seduta con la nuova composizione di Giunta che affronterà un intenso programma di lavoro. Ringrazio gli assessori Cecchini, Bartolini e Paparelli –
ha concluso la presidente - che in questi tre mesi hanno esercitato le deleghe ora riassegnate all’assessore Barberini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Suvvia chi ha vinto in questo braccio di ferro politico nel Pd? Non ci sono dubbi: la presidente Catiusca Marini ha sofferto ma alla fine ha dimostrato che il capo dell'Umbria e nel partito comanda lei che essendo al secondo mandato ormai non teme nessuno. Per quanto riguarda Barberini e i bocciani, per capire le dimensioni di una sconfitta annunciata, bisogna capire bene quale sia la contropartita per il ritorno a casa. Qualche nomina per alcuni fedelissimi farebbe perdere la faccia. Un programma di governo dell'Umbria più aggressivo e più innovatore allora limiterebbe di molto i danni. Per adesso Marini 3 - Barberini 0. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

Torna su
PerugiaToday è in caricamento