Taglio dei bus, Mancini (Lega): "Ci sono spese inutili da eliminare, ma la Regione preferisce far pagare i cittadini"

Il capogruppo della Lega, Valerio Mancini, ha invitato la giunta a fare una operazione di taglio delle spese inutili indicando anche quali voci

Valerio Mancini

Dove reperire i 16 milioni di euro che mancano alla Regione Umbria per coprire il costo del servizio di trasporto pubblico su gomma? Ormai c'è poco tempo dato che il 7 luglio partiranno i tagli dolorosi fino a settembre e dopo, senza risorse, si rischia un altro giro di vite ed esuberi tra pubblico e privato intorno alle 300 unità. Per evitare il disastro e recuperare risorse il capogruppo della Lega, Valerio Mancini, ha invitato la giunta a fare una operazione di taglio delle spese inutili o non strategiche in vista del bilancio di assestamento. 

“Per colpa della mancata  programmazione della Regione Umbria adesso ci troviamo in una situazione  dove ad essere penalizzati saranno studenti, lavoratori, anziani e  classi sociali più deboli – spiega il leghista – Invece di scaricare le  responsabilità e gli oneri su Province e Comuni attraverso una lettera  infarcita di scuse, l’assessore Chianella farebbe bene ad assumersi le  proprie responsabilità e darsi da fare per trovare una rapida soluzione. Come fare? Si tagliano le spese inutili. Basterebbe ad esempio fare una cernita di tutti gli incarichi dirigenziali e apicali superflui ed eliminare i  “doppioni”, come il direttore di Umbria Salute, figura che va a  sovrapporsi, per incarichi e competenze, a quella dell’Amministratore  unico. Uno stipendio megagalattico in meno, una poltrona in meno, più  risorse per i cittadini. Si potrebbe poi risparmiare nei costi del personale e dei portaborse. Non è accettabile che in tempo di  “liquidazione” della Giunta Marini si provveda ad assumere assistenti in  più, quando all’interno degli uffici regionali ci sono persone valide e  preparate e perfettamente in grado di aiutare gli assessori  nell’esercizio delle loro funzioni". 

Altra operazione da fare, secondo Mancini,  è quella di  rivedere le ingenti risorse destinate a Villa Umbra e a Sviluppumbria. "Bisogna infine andare più a fondo della questione ed eliminare gli  sprechi che riguardano i cosiddetti “carrozzoni” del PD, quel sottobosco  utile alla sinistra per alimentare il consenso clientelare in periodo di  elezioni. Ormai al termine della legislatura è arrivato il momento per  il PD e la sinistra di rinunciare ai propri privilegi e aiutare  veramente i cittadini, i lavoratori, le famiglie e gli studenti alle  prese con i tagli ai servizi". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Usl Umbria 1 in lutto, è morto il professor Fabrizio Ciappi

  • Nuovo maxi concorso, l'Aci assume personale a tempo indeterminato: due bandi

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento