Sinistra Ecologia Libertà: incontro con il sindaco Boccali

Il circolo di Sinistra ecologia e Libertà di Perugia ha incontrato recentemente, insieme ai propri iscritti, il sindaco Wladimiro Boccali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Il 25 gennaio presso la sede di Sinistra Ecologia Libertà in Via Leonardo da Vinci di Perugia, si è svolto un incontro tra gli iscritti a SEL e il Sindaco, Wladimiro Boccali. L'ordine del giorno del vero e proprio confronto, si è sviluppato partendo dall'introduzione del coordinatore del circolo che ha prima di tutto ricordato che SEL, pur non essendo parte integrante del consiglio comunale, ha dato il proprio contributo per la vittoria del centro sinistra nel nostro Comune.

Nonostante ciò, SEL, rimane fortemente ancorata alla coalizione anche se e questo confronto con il Sindaco ne è la riprova, ritiene che alcune scelte che la Giunta Comunale ha messo in atto debbano, per quanto ci riguarda, essere approfondite: "Prima di tutto riteniamo che si debba dar seguito all'esito del referendum del giugno 2011, in materia di ripubblicizzazione dell'acqua, in quanto il voto di decine di milioni di italiani non può essere eluso, la democrazia partecipativa, la gestione trasparente del bene primario per eccellenza: l'acqua, non possono non trovare una risposta positiva anche nel massimo organismo comunale di una città dai grandi valori democratici e partecipativi come è appunto Perugia.

Il consumo del territorio attraverso una cementificazione indiscriminata ed esagerata, rivitalizzazione del centro storico, il devastante problema delle morti per overdose nella nostra città anche nel 2011, (che dimostrano che tale fenomeno è prima di tutto la conseguenza di un'inadeguata risposta sociale, preventiva e repressiva del grande spaccio in molti quartieri), un welfare più adeguato alle fasce più deboli della nostra comunità, un recupero ed una individuazione di spazi socializzanti per i giovani studenti locali e fuori sede, l'attuazione in tempi celeri della raccolta differenziata dei rifiuti in tutti i quartieri e frazioni del Comune, che dia risposte all'aumento esagerato delle tariffe da una parte, e dall'altra eviti per quanto ci riguarda la costruzione di termovalorizzatori costosi ed assolutamente nocivi per la salute dei cittadini, scelte eque in materia di fiscalità comunale che prevedano la tutela delle fasce più deboli dei nostri cittadini già così pesantemente colpiti dai provvedimenti del Governo Monti.

Sono stati questi solo alcuni dei temi che i vari interventi degli iscritti a Sel hanno posto all'attenzione del Sindaco.

Tutto ciò recuperando e potenziando quell'elemento che ha contraddistinto nel passato il nostro Comune e cioè la partecipazione, fatta di conoscenza, approfondimento e condivisione con i cittadini nel proprio territorio. Non ci interessa la riproposizione dei vecchi Consigli di Circoscrizione, ma invece la individuazione di strumenti partecipativi su base volontaria, che diano la possibilità ai cittadini e alle forze politiche presenti di poter rappresentare le proprie istanze per una crescita democratica del territorio.

Il Sindaco di Perugia nel suo intervento ha precisato e riconosciuto che su alcune questioni poste è forse necessario dare più strumenti di conoscenza e approfondimento.

Sull'esito referendario del giugno scorso in materia di beni comuni, ha affermato: "Il mio atteggiamento sulla ripubblicizzazione dell'acqua è molto critico", in quanto Umbra Acque è già fortemente pubblica (60%) ed è un'azienda sana, comunque c'è la disponibilità ad un incontro con i vertici aziendali per farne conoscere prospettive e gestione.

Per quanto riguarda le scelte urbanistiche fatte nel territorio comunale, si è data attuazione alla gestione della passata legislatura (tranne il sito individuato per la costruzione di Decathlon), e comunque ormai si procederà solamente al completamento dell'esistente, in materia di urbanistica, il Comune ha intenzione di organizzare per i prossimi mesi un seminario.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti sta procedendo bene, anche se oggi è un gran costo, e comunque l'Amministrazione Comunale è obbligata ad attuare il piano regionale dei rifiuti che prevede la chiusura del ciclo.

Per quanto riguarda il fenomeno del grande traffico di droga e il triste primato di Perugia in termini di perdita di vite umane, ha riconosciuto che questa insieme al lavoro è la grande emergenza della nostra città, ha precisato che tutto ciò che è di competenza del Comune è stato fatto, è necessario che tutti gli attori facciano la loro parte per alzare il tiro su questa grave situazione.

Per quanto riguarda la partecipazione, il Comune ha già pronto un progetto per la nascita nel nostro territorio di Consigli di Quartiere elettivi. Infine, riconoscendo a SEL un proprio ruolo nel centro sinistra perugino, ha anticipato che verrà invitata alla prossima riunione della maggioranza. Il circolo SEL di Perugia, pur ritenendo importante questo primo incontro con il primo cittadino, ribadisce il proprio punto di vista e la sua convinzione su alcuni temi (sì alla ripubblicizzazione dell'acqua, no alla costruzione di termovalorizzatori nel nostro Comune, sì ad una raccolta totale e differenziata dei rifiuti), ma è pronto a fare la sua parte con un confronto costante, duraturo, franco e schietto.

Torna su
PerugiaToday è in caricamento