La sinistra Pd si ritrova a Perugia: tutti contro Renzi, tutti sognano il nuovo Ulivo

La minoranza dem si è ritrovata a San Martino in Campo, all'Hotel de La Posta Donini, per ribadire che questo Pd renziano non va e rischia l'implosione

La Sinistra del Pd si è ricompattata e sta studiando un piano per riprendersi il partito e condizionare così un Governo Renzi considerato non di sinistra nei valori e non all'interno del perimetro del centrosinistra. La minoranza dem si è ritrovata a San Martino in Campo, all'Hotel de La Posta Donini, per ribadire che questo Pd renziano non va e rischia l'implosione. E se salta il Pd, secondo loro, salterà anche l'Italia sotto i colpi del populismo della Lega e del Movimento 5 Stelle. A San Martino in campo nessuno dei big della politica di sinistra parla di fondare un nuovo partito: tutti si sentono del Pd e tutti vogliono combattere dall'interno e non tentare fughe verso il nulle dall'esterno.

La linea l'ha data ancora una volta l'ex segretario Pierluigi Bersani. "Si respira sempre di più un intenso profumo di Ulivo. "Vogliamo fare in modo, nel Pd, che la sinistra si rimetta a camminare sennò si va a finire a mare. Perciò qui affrontiamo temi che riguardano la vita della gente e poi ci diamo anche un'organizzazione perchè se si dò per perso il Pd non c'e' piu' il centrosinistra: alla barca bisogna dare una raddrizzata. Senza Pd non può esserci centrosinistra di governo però il Pd così non va".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dello stesso avviso il nuovo leader della sinistra Pd  Roberto Speranza: "Noi non restiamo nel Pd, noi siamo il Pd. Il che è una cosa più profonda. Non è la nostra una operazione nostalgia, ma un programma di sinistra per governare in Italia e in Europa con una classe dirigente nuova e preparata". Tutti d'accordo nel ribadire che Renzi non può più restare alla guida del partito dato che governa l'Italia. "Non ha tempo e il partito sta facendo figuracce su figuracce come dimostrano le ultime primarie": ne è sicuro Roberto Speranza che sogna di rottamare il rottamatore. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 26 maggio: un nuovo positivo su 1097 tamponi

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

Torna su
PerugiaToday è in caricamento