Scatta a Perugia, Terni e Foligno la raccolta firme per la legge Vaccini Liberi. La Lega UMbria aderisce: "Ecco cosa vogliamo modificare"

La posizione dei comitati promotori dell’iniziativa popolare è chiara: non siamo contro i vaccini ma chiediamo libertà di scelta

La Lega Umbria firmerà la legge nazionale per la "libertà vaccinale", una proposta che sta facendo molto discutere e sta dividendo l'opinione pubblica in Umbria e nel resto del Paese. I primi firmatari saranno i consiglieri regionali Lega, Valerio Mancini e Emanuele Fiorini, che hanno lanciato anche un appello ai leghisti ma anche a tutti gli umbri: "Recatevi il 28 Luglio, a Perugia, fFoligno e Terni - dalle 9 alle 13 e il pomeriggio dalle 16 alle 19,30 - dove saranno allestiti i gazebo per firmare la proposta, da presentare in Parlamento, relativa alla sospensione dell’obbligatorietà vaccinale nell’età evolutiva, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. 

“La proposta – precisano Mancini e Fiorini -  è sostenuta, a livello nazionale,  da 65 realtà fra associazioni, comitati e gruppi spontanei di genitori. S Tale proposta è formata da 4 articoli e prevede sospensione dell’obbligo e abrogazione della 119, farmacovigilanza attiva, istituzione di un comitato scientifico, ripristino dell’obbligo solo in caso di reali epidemie accertate dal ISS senza però precludere l’accesso ai servizi educativi per l’infanzia. Affinchè l’iniziativa abbia seguito – concludono  - è necessario raccogliere almeno 50.000 firme entro il 2 agosto 2018, data fissata dal Comitato promotore "Libertà di scelta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La nostra posizione in merito è assai conosciuta avendo portato avanti tante battaglie in Assemblea Legislativa a fianco di genitori e comitati: con la mia firma e la promozione dell’evento vorrei restituire ai padri e alle madibertà di scegliere per i propri figli, mettendo fine ad inutili e sterili imposizioni che hanno come obiettivo finale, non la salute dei bambini, ma l’aumento delle casse di qualche multinazionale. La posizione dei comitati promotori dell’iniziativa popolare è chiara, non siamo contro i vaccini ma chiediamo libertà di scelta e che si riporti la produzione vaccinale in Italia sotto il controllo dello stato”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento