TOTO NOMINE Il Governo bis Romizi prevede anche i "mini-assessori": ecco la mappa dei capigruppo

Oltre ai nove assessori si studia l'ipotesti di affidare a costo zero deleghe ad alcuni consiglieri. I papabili della Giunta e il toto-capogruppi

Tecnicamente si chiamano consiglieri comunali delegati, ovvero coloro che ricevano dal sindaco una delega di un settore relativo all'amministrazione cittadina. In pratica sono dei mini-assessori senza stipendio e ufficio che comunque possono incidere sulle sorti del buon governo della città. Sono altri uomini e donne chiamati a vivere a stretto contatto con le realtà economiche, sociali, sportive e culturali della città. Nella lista della futura giunta Romizi bis figurano anche loro, oltre che i papabili ad un assessorato vero e pesante. Il sindaco, dopo i colloqui con i gruppi di maggioranza e con i singoli, sarebbe intenzionato a premiare 4 consiglieri comunali dando una delega su cui lavorare e rappresentare il suo governo cittadino. Le voci sono tante e come sempre variabili ogni 5 minuti.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  Tra i papabili: il punto fermo è il giovane consigliere comunale di Forza Itala, Cagnoli, anche per arginare i malumori di un partito che non avrà esponenti diretti in Giunta.  Tutti gli altri invece sono traballanti: si ipotizzano deleghe alla Casaioli, ex assessore comunale al commercio, in quota Progetto Perugia, a Pici , poliziotto e sindacalista, per Perugia Civica, uno alla Lega (Fioroni o Mattioni)  un altro a Fratelli d'Italia. Per quest'ultimo posto ci sono buon possibilità per il giovane imprenditore  Lupatelli, eletto raccogliendo oltre 500 preferenze e sbancando soprattutto nella ex rossa area nord di Perugia. 

Per quanto riguarda la corsa ai capigruppo  giochi sono quasi fatti.  Opposizione: Giubilei portavoce del centrosinistra e capogruppo della sua civica. il Pd è diviso ma dovrebbe spuntarla la battagliera Bistocchi. Opposizione 2: il Movimento 5 Stelle con Francesca Tizi. Maggioranza: Blu alla Renda, Forza Italia a Cagnoli, Perugia Civica a Pici, Fratelli d'Italia a Mencaglia, Progetto Perugia a Francesco Vignaroli, Lega a Mattioni (ma se prende la delega da Romizi potrebbe lasciare o a Valigi o a Fioroni).  

Per la Giunta comunale il sindaco sta ancora ragionando su potenziali colpacci di uomini di peso da inserire. Se i grandi nomi non daranno disponibilità allora è più probabile questa formazione politica: 3 assessori a Progetto Perugia (Varasano, Numerini, Cicchi); 2 alla Lega (Tuteri e Luca Merli), 2 Fratelli d'Italia (Pastorelli -Giustozzi). Fioroni (esterno), Bertini (esterno). 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

  • La bombola del gas dell'auto diventa la "cassaforte" di un tesoretto: scoperti 750 orologi contraffatti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento