Terremoto, nuovo decreto e altre incognite, Laffranco: "Non c'è un progetto, si naviga a vista"

"Il Governo sul terremoto sta navigando a vista: siamo al terzo decreto in sette mesi, ma ancora una volta però si tratta di un provvedimento insufficiente. Non c'è un'idea chiara su come procedere": la denuncia porta la firma dell'onorevole di Forza Italia Pietro Laffranco che ha analizzato il nuovo decreto legge del Governo Gentiloni.  

"Le modifiche della Commissione Ambiente - ha continuato Laffranco durante la discussione in aula a Montecitorio - sono ancora del tutto inidonee ad avere un quadro normativo adeguato. Basti pensare al sacrosanto riconoscimento dei danni indiretti, il cui stanziamento di soli 23 ml di euro è però davvero poca cosa. Sono indifferibili nuovi interventi per favorire la ricostruzione offrendo ai cittadini e alle attivita' di questi territori una prospettiva di speranza. Presentando ulteriori emendamenti in aula cercheremo di colmare le evidenti lacune. Certo il modello di efficienza de L'Aquila è davvero lontano".

Potrebbe interessarti

  • Igiene del letto, quante volte cambiare le lenzuola?

  • Lavastoviglie pulita e profumata, ecco i rimedi naturali

  • Grande Fratello 2019, vince la concorrente umbra Martina Nasoni

  • Allergia al nichel, perché viene e come evitarla

I più letti della settimana

  • Tragico incidente stradale a Ponte Valleceppi, muore l'imprenditore perugino Massimo Bendini

  • Umbria, vaga a piedi in superstrada: "Sono stato licenziato e mia moglie mi ha lasciato"

  • Quando iniziano i saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Perugia, follia al Pronto Soccorso: familiare di un paziente aggredisce e colpisce in faccia un infermiere

  • Città di Castello, marito e moglie scomparsi: la ricerca finisce in tragedia, trovati morti

  • Città di Castello, coppia di francesi scompare nel nulla: ricerche in corso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento