Nuovo asfalto, la Provincia apre il portafoglio: "Subito 23 milioni per sistemare le strade"

Il nuovo presidente Bacchetta: "Oltre 23 milioni di euro in arrivo per le strade del nostro territorio fino al 2023"

La Provincia di Perugia apre il protafoglio per sistemare le strade. Dal 2019 al 2023 il settore Viabilità potrà contare su quasi 23 milioni di euro per il nuovo asfalto: "Per ogni anno  - spiegano dall'Ente di Piazza Italia - è previsto quindi un finanziamento di circa 4,5 milioni di euro per le strade provinciali che vanno a sommarsi con gli importi programmati con finanziamenti regionali che ammontano a circa 7,5 milioni di euro per gli anni 2019 e 2020 per la manutenzione straordinaria di queste strade". Sul tavolo, però, ci sono "1940 chilometri di strade provinciali e 590 chilometri di strade regionali" da gestire. Non esattamente uno scherzo. Quindi l'Ente di Piazza Italia dovrà mappare tutto il territorio provinciale, per individuare le priorità a cui dare risposta. 

VIDEO - Nuovo asfalto dalla Provincia di Perugia, 23 milioni per le strade: "Cambio di rotta, ma non è sufficiente"

Intanto, visto che è stata firmata la convenzione con Regione Umbria e Anas, che metteranno rispettavamente 200mila e 300mila euro, a breve partiranno gli interventi lungo l'Apecchiese, sotto pressione per l'aumento di traffico dovuto alla chiusura per frana del valico di Bocca Trabaria.

Il nuovo presidente (e sindaco di Città di Castello), Luciano Bacchetta, che "la Provincia, per quanto può, interverrà in maniera forte rispetto alla funzionalità delle strade di propria competenza e si batterà affinché aumentino le risorse per dare risposte ai cittadini. Ovviamente le somme che abbiamo a disposizione sono assolutamente insufficienti, però sono importanti in quanto costituiscono un segnale di inversione di tendenza. Siamo ancora oggi in una posizione ibrida del ruolo delle Province – ha continuato Bacchetta - poiché le funzioni che gestisce  vanno finanziate e per i prossimi anni saremo in grado di dare risposte significative anche se, ripeto, ancora non sufficienti. La manutenzione delle strade provinciali è segno di civiltà, la loro condizione diventa anche un problema sociale perché molte di queste strade collegano piccoli centri e diventa fondamentale che queste piccole realtà continuino a vivere poichè sono la storia del nostro territorio e la viabilità è uno dei principali elementi. Dobbiamo compiere un’operazione politica – ha concluso il capo dell’amministrazione provinciale - che non riguarda solo noi ma che investe anche il Governo centrale". 

Per quanto riguarda gli interventi "effettuati o ultimati dal 2016 al 2018", spiega la Provincia, i lavori "hanno riguardato soprattutto ripristino di piani viabili, ma anche risanamento di dissesti (SR 452 della Contessa, SP 421 di Collazzone, SP 143 di Lisciano Niccone, SP 344 di Pila, SR 397 di Montemolino), ripristino e adeguamento di opere d’arte (ponte SP 201 di Pietralunga, viadotto SR 320 “dir” di Roccaporena, viadotto SR 452 della Contessa, ponte sulla SR 209 Valnerina)".

E ancora: "È proseguito l’iter progettuale, autorizzativo, di affidamento  o realizzativo riguardante alcuni importanti interventi, finanziati negli anni precedenti, sia sulle strade provinciali che sulle strade regionali. Ci si riferisce alla SP 451 di La Bruna (circa 8,8 milioni), in corso di ultimazione; SR 220 Pievaiola: sovrappasso ferroviario loc. Centova, 4,92 milioni, lavori ultimati; rotatoria Strozzacapponi, 1,17 milioni, lavori ultimati; rotatorie Castel del Piano, 1,2 milioni, lavori iniziati; adeguamento tratto Capanne – Fontignano, 8,9 milioni, in corso verifica e approvazione progetti esecutivi dei quattro lotti funzionali; Sistemazione viabilità Ospedale Media Valle del Tevere loc. Pantalla, 0,98 milioni, lavori in corso". Il tutto senza dimenticare l'area del terremoto: "Dal momento del sisma, la Provincia ha finora effettuato interventi sulla viabilità di competenza per circa 8 milioni di euro", sottolinea la nota. In altre parole: "L’Ente di Piazza Italia, quindi, è stato ed è attualmente, Ente Attuatore di 40 interventi, di diversa entità, per un importo complessivo di oltre 31 milioni di euro, il tutto finanziato con le risorse messe a disposizione per l’emergenza".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Anche i pusher hanno il loro Black Friday: sequestrato giro di coca scontato per "l'occasione"

  • Cronaca

    Aspetta la ex sotto casa e l'aggredisce, i vicini sentono le grida e la salvano: 50enne arrestato

  • Cronaca

    Soldi in nero dagli ambulanti, cadono le accuse per gli ex vertici Cosap: tutti 'assolti'

  • Cronaca

    Traffico di cocaina, era ricercato in tutta Europa: blitz in casa mentre sta preparando le valigie

I più letti della settimana

  • Autobus con rimorchio fermato lungo la E45: scatta maxi multa sopra i 4mila euro

  • L'appello su Facebook: "Elena è grave, ha bisogno di trasfusioni continue", come aiutarla

  • Stop al traffico per due giorni a settimana a Perugia e Ponte San Giovanni: le date e gli orari

  • L'azienda umbra che batte la crisi: fatturato milionario e un nuovo maxi investimento

  • Università di Perugia ai vertici in Italia, super nomina per il professor Paolo Gresele

  • Niente più WhatsApp, dal 2019 non funzionerà più su questi smartphone

Torna su
PerugiaToday è in caricamento