Processo "Spazzatura d'oro" a carico degli umbri: i comuni del Trasimeno come parte civile. M5S: "E la Regione?"

Tutti i comuni del Lago Trasimeno, con capofila Corciano, hanno deciso di costitursi parte civile, nell'ambito dell'indagine "Spazzatura d'oro connection", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia in collaborazione con gli uomini dell'ex Corpo Forestale, L'annuncio è stato dato dal sindaco di Corciano Cristian Betti che ha inviato anche tutti gli altri municipi del Trasimeno ad unire le forze nella battaglia legale che partirà il prossimo 4 dicembre con l'udienza preliminare. Un unico pool di avvocati per tutti i comuni.

I reati contestati sarebbero traffico e gestione illecita di rifiuti, inquinamento ambientale, falso in registri e in atto pubblico, frode in pubbliche forniture e truffa aggravata. Attività illecite che per la procura di Perugia hanno consentito a vario titolo “ingiusti profitti” per milioni di euro da parte di Gesenu, Gest e TSA (Trasimeno Servizi Ambientali), ossia i gestori del servizio rifiuti dell'ATI 2 dell'Umbria. Il gruppo regionale del Movimento 5 Stelle ha chiesto ufficialmente alla Regione dell'Umbria di costituirsi parte civile al processo dopo il presunto danno di immagine per l'Umbria e un aggravio dei costi assolutamente insostenibile per famiglie e imprese.

"Dopo le interdittive nazionali antimafia, dopo gli incontri in Umbria con le Commissioni parlamentari Antimafia ed Ecomafie, dopo la Commissione di Inchiesta regionale sui rifiuti - hanno scritto i consiglieri dei 5 Stelle, Liberati e Carbonari - ancor oggi occorre sollecitare prepotentemente un cambiamento radicale nell'approccio politico generale e nelle politiche ambientali sui nostri territori, proseguendo l'azione diretta a respingere l'estesa mala gestio che emerge da anni pure nella nostra regione". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Inchiesta sanità, elezioni e Governo, Di Maio suona la carica: "Via la politica dalla sanità. Siri? Si dimetta"

  • Attualità

    Un 25 Aprile baciato dal sole. Romizi: "Tassello fondante per l'Italia civile". I partigiani: "Mai più odio e violenze"

  • Cronaca

    Via Sella da privata diventa comunale: "Unisce due quartieri, serve manutenzione costante"

  • Cronaca

    Foligno, perde il controllo dello scooter e cade: grave 40enne

I più letti della settimana

  • Tragedia lungo la strada a Perugia, Stefano muore a 43 anni: lascia tre figli

  • Tragico schianto con la moto, ospedale di Perugia in lutto per la morte di Stefano

  • Inchiesta sanità - Maxi sequestro di cellulari e profili social e spuntano cinque nuovi indagati: i nomi

  • Perugia, incidente al passaggio a livello: treno travolge un'automobile

  • Perugia, schianto tra due auto a Ponte Felcino: vigili del fuoco e 118 sul posto

  • Perugia, ospedale e università in lutto: è morto il luminare della psichiatria Roberto Quartesan

Torna su
PerugiaToday è in caricamento