La "destra" di Forza Italia su spaccate e i furti, Laffranco e Castori: "Non sminuire. Subito confronto con forze dell'ordine"

Per i due esponenti del centrodestra non bisogna fare l'errore di "sminuire tali eventi" anche se, come ricorda il Procuratore Generale Fausto Cardella, "il livello di vivibilità è molto superiore a quello di altre città".

I recenti fatti di cronaca che hanno coinvolto il centro storico di Perugia, non consentono di abbassare la guardia contro la criminalità": lo hanno affermato il consigliere comunale di Forza Italia, Carlo Castori, e l'onorevole di Forza Italia, Pietro Laffranco commentando gli ultimi fatti di cronaca che si sono registrati in città. Per i due esponenti del centrodestra non bisogna fare l'errore di "sminuire tali eventi" anche se, come ricorda il Procuratore Generale Fausto Cardella, "il livello di vivibilità è molto superiore a quello di altre città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Siamo sempre stati in prima linea sulla questione sicurezza, ancora prima che si andasse al governo della città adoperandoci per una più stretta collaborazione con le autorità al fine di risolvere le problematiche cittadine. Il numero di reati è in calo e, per non fermarci al mero dato statistico, è buono il senso di sicurezza percepito dai cittadini, tuttavia non ci accontentiamo".  Laffranco e Castori, per i rispettivi ruoli politici, incontreranno le autorità competenti "sollecitando ancor più impegno per combattere tanto i recenti fenomeni criminosi quanto i più strutturati relativi alla prostituzione ex al traffico di droga su cui è indispensabile grande continuità di azione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento