Qui Partito Democratico - Terni è una caporetto, ma la guerra non è finita: il metodo Betti è la speranza

Dopo le elezioni nazionali e quelle locali, il Partito Democratico è ridotto al minimo e tra quindici giorni rischia di perdere anche Umbertide la rossa e Spoleto. E le regionali sono dietro l'angolo... ma c'è una luce in fondo al tunnel

La missione impossibile era quella di vincere a Terni per il Partito democratico. Impossibile per via delle inchieste giudiziarie su appalti, per le casse vuote del Comune e per via di una marea di correnti in guerra tra loro. In più quei giorni difficili con il sindaco Di Girolamo finito agli arresti domiciliari. La missione reale era quella di andare al ballottaggio non tanto per vincere ma portare a casa un numero maggiore di consiglieri comunali per poi fare un' azione di opposizione forte e allo stesso tempo ricostruire il partito per un ritorno al governo prima possibile.

Inutile dire che dopo la missione impossibile troppo impossibile, i vertici del Partito Democratico non sono riusciti a portare a casa neanche la missione reale: andare al ballottaggio. Ci andranno il candidato a sindaco del centrodestra Latini e Thomas De Luca del Movimento 5 stelle.  Al Pd non resta che dare liberà di voto ai suoi e cercare di fare passare la nottata prima possibile. Ma come ha scritto ieri la Presidente Catiuscia Marini, sempre più "segretario regionale" di un partito in cerca di un regista, la partita di Terni non poteva essere vinta dopo una gestione scellerata su candidature e liste.

"Non è colpa del candidato a sindacato Paolo Angeletti a cui dobbiamo dire solo grazie, ma di un sistema sbagliato". Il Pd boccheggia anche in provincia di Perugia: andare al ballottaggio a Umbertide, nel feudo un tempo più rosso dell'Umbria, è un altro segnale negativo. Idem a Spoleto. Tra quindici giorni se i ballottaggi daranno esito negativo allora tutte le grandi città fatta eccezione Foligno saranno in mani straniere - prevalentemente centrodestra - e il rischio nel 2020 di perdere la regione sarebbe altissimo, e a quel punto sarebbe il colpo mortale. Ma dopo la tornata elettorale del 10 giugno non mancano anche segnali incoraggianti per il Pd e il centrosinistra.

Il caso Betti a Corciano va studiato perchè potrebbe rappresentare una svolta per le amministrative 2019 - si vota anche a Perugia -. Il sindaco uscente ha stravinto al primo turno con oltre il 55 per cento dei voti. E questo è stato possibile perchè Betti oltre ad aver governato e comunicato benino, ha avuto la forza di rimettere in moto una coalizione vera di centrosinistra: una lista di socialisti e popolari (l'asse Monni-Rometti), ha ricucito con Liberi ed Uguali che a Corciano hanno fatto il loro miglior risultato, oltre il 4,5 per cento, messo in campo una lista del presidente da urlo dato che è andata a pescare personaggi importanti e capaci che hanno fatto la differenza a livello locale. Dove si vota soprattutto il progetto e la persona.

Ecco focalizziamo l'attenzione sulla persona, ovvero sulla persona giusta, cosa che non sempre il Pd, per ragioni di corrente, ha potuto schierare. A Passignano, storicamente borgo centro-destra - ha stravinto un giovane del Pd che è preparato, conosciuto e che è stato in grado di attrarre pezzi  importanti di quei moderati a cui non piace la coalizione a motore ruspa-leghista. Ecco questo nuovo sindaco si chiama Sandro Pasquali. Insomma per il Pd, due vittorie, due casi da studiare, che possono rappresentare un nuovo inizio.    

Potrebbe interessarti

  • Come richiedere gli assegni familiari nel 2019 e chi ne ha diritto

  • Cuocere i cibi in lavastoviglie: non solo moda, ma ecologia e convenienza

  • Invasione di formiche, come eliminarle con i rimedi naturali

  • Tutto quello che non sapete sulle piante grasse e i benefici per la salute

I più letti della settimana

  • Cadavere a Fontivegge, identificato il corpo ritrovato nella notte

  • Umbria, tragedia lungo la strada: l'auto si schianta contro un albero, muore a 36 anni

  • Luca sparisce nel nulla, poi il lieto fine: "E' stato ritrovato, grazie a tutti"

  • Tragico Erasmus, studente spagnolo si tuffa in piscina e muore sotto gli occhi degli amici

  • Come richiedere gli assegni familiari nel 2019 e chi ne ha diritto

  • Castiglione del Lago, schianto all'alba: ferita una ragazza

Torna su
PerugiaToday è in caricamento