“25 euro di rimborso se aspetti più di 30 giorni per le liste di attesa in sanità"

E' la proposta di legge dei consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari. che ha come scopo quello di snellire le liste di attesa nel pubblico

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, annunciano la presentazione di un ordine del giorno “per rimborsare i cittadini beffati da una sanità regionale ormai ridotta a colabrodo: 25 euro se aspetti più di 30 giorni per le liste d'attesa troppo lunghe”. Per Liberati e Carbonari “vedremo se in Aula questa maggioranza voterà la nostra proposta contro la politica degli annunci di Catiuscia Marini”.

Nella proposta di ordine del giorno, denominata 'Iniziative da adottarsi da parte della Giunta regionale in materia di termine massimo di attesa per le prestazioni sanitarie e conferimento di un rimborso', si chiede all'Esecutivo di Palazzo Donini di “individuare una forma e una procedura di compensazione economica per i cittadini che attendano l'erogazione delle prestazioni sanitarie oltre i tempi massimi di attesa previsti dalla delibera di Giunta '498/2016'”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E si ricorda che “la Regione Toscana, con delibera '867/2006', tra gli altri indirizzi tesi a contenere i tempi di attesa per l'erogazione delle prestazioni sanitarie, impegna le Aziende sanitarie a conferire 'all’utente un risarcimento economico di 25 euro', nell'eventualità in cui le stesse non rispettino i tempi massimi di attesa”. Questo perché, si legge nell'atto, bisogna “tener conto della necessità, oltre che di attuare misure atte a contenere i tempi di attesa, anche di farsi carico in parte del disagio dei cittadini, che attendono anche fino a due anni per prestazioni di prevenzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

  • Coronavirus, il bollettino in Umbria 2 aprile. Altri segnali positivi: aumentano i guariti e 4mila fuori dall'isolamento, contagiati di nuovo in calo

Torna su
PerugiaToday è in caricamento