Europee, la candidata-imprenditrice Sciurpa scalda i cuori di centrodestra: "A testa alta in difesa del made in Italy"

Fortemente voluta nella lista di Fratelli d'Italia da Giorgia Meloni, l'impreditrice umbra conquista anche i media di destra, come il Secolo, dove rilancia sua ricetta economica per lo sviluppo e la difesa dell'Italia

"Vogliamo andare in Europa a testa alta a difendere l’Italia e l'Umbria. Non sono infatti più tollerabili ingerenze sulla nostra politica interna e azioni ostili ai nostri interessi, e il nostro compito è quello dare maggiore forza e credibilità alla nostra Nazione": Michela Sciurpa, candidata alle europee per l'Italia Centrale nella lista di Fratelli d'Italia, sta entrando sempre di più nei cuori e nelle dinamiche della destra italiana. 

Tanto è vero che il quotidiano Il Secolo d'Italia - rinnovato e rilanciato dal nuovo direttore Francesco Storace - gli ha dedicato un'ampia copertina per conoscere e far conoscere questa imprenditrice che parla ben 5 lingue -  tra cui il russo - e che dopo anni di lavoro all'estero è tornata in Umbria per lottare nel nome e per conto del made in Italy. Sciurpa che è stata fortemente voluta in lista proprio da Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italiaò ha una laurea in Relazioni internazionali, un dottorato in Internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese, ha studiato oltreoceano alla Columbia University di New York e vanta una specializzazione in International Trade, un master in Studi Diplomatici e un tirocinio al Ministero degli Affari esteri. La Sciurpa è uno dei volti nuovi della destra sovranistra ma di governo, sociale ma attenta al mondo della piccola impresa e degli artigiani.

Tra le parole chiave del suo programma ci sono anche ricerca e innovazione: «Vogliamo che l’Italia accolga tutte le opportunità che propone Horizon Europe, il Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione per il periodo 2021-2027 che, con un budget di circa 100 miliardi di euro, sarà il più ambizioso programma di ricerca e innovazione di sempre, che andrà a sostenere l’eccellenza scientifica in Europa con un nuovo approccio basato sulle mission, in modo da raggiungere risultati sempre migliori da un punto di vista sociale, politico ed economico. Il Programma andrà a rafforzare la scienza e la tecnologia attraverso investimenti in ricerca d’avanguardia e personale altamente specializzato, realizzerà le priorità dell’Europa, affronterà le sfide globali che incidono sulla qualità della vita e incoraggerà la competitività industriale, sostenendo l’innovazione e il mercato». 

Ha le idee chiare anche sui vincoli economici e sulla necessità di sforare i vincoli ma a precise condizioni progettuali: "L’indebitamento dello Stato deve portare alla realizzazione di opere pubbliche, alla creazione di posti di lavoro e allo sviluppo, altrimenti il sacrificio sostenuto da tutti va nell’unica direzione dei meri interessi di qualcuno. È fondamentale anche facilitare l’accesso al credito e semplificare le procedure"

Potrebbe interessarti

  • Rinfrescarsi a Perugia, ecco le principali piscine pubbliche con le relative tariffe

  • Alcol denaturato, un potente disinfettante per l'igiene domestica

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Peperoncino, tutti i pro e i contro di una spezia molto amata da tanti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale, cade dalle scale e muore a 26 anni

  • Tragedia in centro storico, ragazza di 28 anni trovata morta

  • Tragedia all'ospedale, studentessa universitaria cade dalle scale e muore

  • A piedi sulla E45, travolto e ucciso da un'automobile

  • L'Umbria in Prima Serata, su Sky la puntata tutta umbra di 4 Hotel. Barbieri: "Ecco i protagonisti e le location"

  • Investito sulla E45, il testimone: "Ho cercato di convincerlo a salire in auto, poi si è lanciato sulla strada"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento