Mafia in Umbria, l'Italia dei Valori: "Viviamo in un territorio a rischio: basta di far finta di niente"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

“Da tempo l'Italia dei Valori lancia allarmi sui rischi di infiltrazioni della criminalità organizzata in Umbria. Siamo contenti che la Commissione parlamentare Antimafia, presieduta da Rosy Bindi, abbia deciso di far tappa nella regione e di approfondire la questione umbra, però ora occorre che tutti mantengano altissima la vigilanza e che si avvii un monitoraggio capillare e continuo. Sarebbe gravissimo se si continuasse con una tendenziale e ancor troppo diffusa sottovalutazione del fenomeno”.

A dirlo è il commissario regionale dell'Italia dei Valori Franco Granocchia, che ha ricordato come l'Idv abbia da tempo istituito “un apposito presìdio di legalità sul territorio umbro con l'obiettivo di promuovere la cultura della legalità e denunciare tentativi di infiltrazioni criminali nel 'Cuore verde d'Italia'. L’Umbria, infatti, è un territorio a rischio, in particolare nei settori delle attività produttive finalizzate all’investimento di proventi illeciti”, ha concluso.


 

Torna su
PerugiaToday è in caricamento