Gli eletti in Regione della Lega ascoltano i cittadini: un numero telefonico per ricevere proposte e dare risposte

Lo avevano promesso in campagna elettorale e lo hanno mantenuto: attivata linea telefonica e e-mail per ascoltare in tempo reale gli elettori umbri. Il progetto: “la Lega Umbria risponde”

il capogruppo Pastorelli insieme al consigliere Fioroni

Un numero di telefono (075/5763070) attivo dal lunedì al venerdì (ore 10–13) e una mail (gruppolegaumbria@gmail.com) a disposizione dei cittadini che vogliono richiedere informazione, esporre problematiche o avanzare proposte. Lo annuncia il capogruppo a Palazzo Cesaroni, Stefano Pastorelli, spiegando che si tratta del servizio “la Lega Umbria risponde”.

“Un doppio canale di comunicazione – ha evidenzia Pastorelli - creato per essere sempre più vicino ai territori e rispondere in maniera veloce e adeguata a tutte le esigenze. Il cittadino potrà telefonare ai nostri uffici o mandare una mail – sottolinea il capogruppo – sia per quello che concerne la richiesta di informazioni, sia per essere indirizzato verso i canali adeguati alla risoluzione dei problemi. In questo modo – conclude Pastorelli - abbattiamo ulteriormente quella distanza tra la politica e il cittadino che in quanto Lega abbiamo già superato con la presenza costante in Umbria tra la gente con gazebo, sedi, sezioni e volontari che quasi ogni giorno sono in stretto contatto con i territori di competenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento