Marsciano, un centro culturale islamico fa esplodere la polemica: la Lega contro il Pd

Ancora una volta un centro culturale islamico - sempre più utilizzati come luoghi di preghiera e di insegnamento della religione - divide la politica in provincia di Perugia

Ancora una volta un centro culturale islamico - sempre più utilizzati come luoghi di preghiera e di insegnamento della religione - divide la politica in provincia di Perugia. Dopo la questione della super-moschea (ci si interroga su finanziamenti, su rischio radicalizzazione) di Umbertide - la terza in prospettiva in italia  per grandezza - anche da Marsciano centrosinistra e centrodestra si dividono sul futuro del centro islamico.

La maggioranza del sindaco Todini pienamente favorevole, la Lega Nord Marsciano invece contrarissima. E in mezzo c'è una petizione con 1200 cittadini che dicono no. L'amministrazione potrebbe anche cedere in affitto un proprio bene. Da qui le ire dell'esponente della Lega Nord Ferdinando Piazzoli: "Nonostante la sommossa popolare con la raccolta di oltre 1.200 firme, non vengono minimamente presi in considerazione. Una maggioranza ed una amministrazione comunale ancora chiusa nei palazzi, che si arroga la facoltà di “aiutare i pochi a scapito dei tanti".

"Marsciano e l’intera comunità marscianese, non meritano questo. È ora che questa maggioranza, che ha portato questo comunale al completo decadimento, sia mandata a casa”. Conclude Piazzoli, “la Lega Nord Umbria non starà certo a vedere perché, in un momento di così grave crisi per il nostro territorio, assistiamo attoniti a scelte di chi governa il nostro Comune, a dir poco, scellerate. Noi, dal canto nostro, continueremo questa “battaglia” affinchè a Marsciano, ed in ogni frazione, non si costruisca una Moschea (o che voglia dirsi, centro culturale islamico).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento